Castello

Fortificazioni fortificate esistono fin dall'antichità. Le città sono già state protette dagli attacchi dei muri di difesa. Le fortificazioni furono costruite anche nell'Impero Romano, le cosiddette fortezze, che servivano a scopi puramente militari.

La costruzione del castello in Europa iniziò con la caduta dell'Impero Romano d'Occidente. Mentre i muri di confine (Limes) alle tribù germaniche cedevano sempre di più all'assalto e al saccheggio di queste zone, la popolazione fu costretta a ritirarsi in insediamenti collinari e a fortificarli contro i saccheggiatori. La maggior parte dei primi castelli erano circondati da mura di terra con strutture in legno come palizzate e recinzioni.

Nel VI secolo la situazione in Europa si era stabilizzata in una certa misura, tanto che in quel periodo non si costruirono quasi più castelli. Solo nel VII secolo l'impero dei Franchi ricominciò a costruire castelli per proteggere il suo confine orientale dagli attacchi:
- il Castello di mare
- il castello per uffici
- Castello di Amöne
- il salto del pattino di Svezia a Stade o
- la pianta sul Odilienberg

 

 

Castello di mare

 

Cappella e rovina il il Amneburg

 

Parte del castello sul Odilienberg

 

 

 

Si potrebbe sperimentare il momento clou della costruzione del castello in alto e Medio Evo. Il supporto ancora castelli e rovine, che darvi una panoramica sull'architettura ex risalgono a questo periodo.

 

Motivi per la costruzione del castello:

  • Castelli imperiali e castelli del paese, questi sono stati incorporati nel sistema territoriale del governo è stato un re o sovrano
  • Nobili castelli, il tipo più comune di Castello che ha servito la nobiltà come quartier generale militare e residenziale
  • Castelli di monastero e ordine, che offrono protezione a una comunità religiosa o sicuro influenzare
  • Castelli città o castello-come città fortificate
  • Rifugi o castelli nazionali, che servono una popolazione locale completo temporaneamente come luoghi di rifugio nei momenti di pericolo. Questi includono anche chiese fortificate e chiese fortificate anche temporaneamente sono stati utilizzati come fuggire nella loro funzione

 

 

Castello imperiale

 

Castello religioso

 

Parte del castello nella città di Andernach sul Reno

 

 

 

I diversi tipi di Castello:

Alta-castelli:
- Castello di vertice
(costruito sulla cima di una montagna Castello)
- Castello della roccia
(Formazioni rocciose sono state integrate nel sistema militare)
- Castello di pettine
(su una cresta o creste organizzato Castello)
- Castello di sperone
(Castello situato su uno sperone di montagna)
- Castello di pendio di collina
(sotto la sommità, sulle pendici del castello)
- Grotta del castello
(in una grotta naturale incorporato Castello)

 

Castello di pianura
- Castelli dell'acqua
(Tipo 1: Castello dell'isola: un castello su un'isola naturale o artificiale)
(Tipo 2: Ponte Castello: Castello su o su un ponte)
- Castello di palude
(Castello in una palude o palude)

 

 

castello in cima alla collina

 

Grotta castello

 

Castello con fossato

 

 

 

Castelli per metodo di costruzione:
- Castello della sezione
(diviso in diverse sezioni di trincee e bastioni)
- Castello dell'anello
(Castello rotondo dove le case sono di solito proprio sulle pareti)
- Castello di Fort
(Castello ha provenuto da Castelli Romani)
- Falena / Torre Castello Collina
(collinetta artificiale con torre o casa)
- Costruzione di cabine
(come una collinetta solo a livello del suolo)
- muraglia fortificata
(Castello, il cui lato d'attacco è particolarmente fortificato)

 

Castelli per funzione:
- Feudale / Feudo castello
(manieri)
- Fuga / Castello del Popolo
(Sistema difensivo per proteggere la popolazione dagli attacchi per un periodo di tempo limitato)
- Castello di Ganerben
(grande castello sotto la gestione di diverse famiglie)
- Palazzo Imperiale
(residenza temporanea di un re itinerante)
- Castello di campagna
(Castello di proteggere ed estendere i diritti sovrani dei Vescovi, Duchi o principi)
- castelletto
(Castello costruito per assicurare le rivendicazioni di potere o come castello d'assedio in territorio nemico)
- Castello di pollici
(Castello per la protezione di stazioni di dogana)
- Canile / Fronte
(Castello per la protezione della campagna circostante inquieta)

 

 

Posizione dei castelli:

La posizione di un castello fu decisiva per la sua difesa e quindi per la sua costruzione. La maggior parte dei castelli dell'Europa centrale si trovava sulle cime delle montagne o sui pendii delle montagne. Oltre alla posizione elevata, è stato possibile integrare nello sbarramento anche formazioni rocciose. Questo ha ridotto lo sforzo di costruzione, ha permesso di risparmiare sui costi e, se necessario, ha potuto essere meglio difeso da ostacoli naturali.

Nel nord della Francia e in Inghilterra, dove le aree erano relativamente più piatte, per lo più a livello del suolo castelli sono stati costruiti, che ha assunto tuttavia chiaramente più grandi dimensioni rispetto ai castelli di vetta che si sa dalla Germania.

 

 

Elementi costruttivi:

A seconda della loro funzione e costruzione, la maggior parte dei castelli aveva gli stessi elementi di costruzione.
Così, ogni castello è stato protetto dagli attacchi di una muraglia. Questo potrebbe essere rafforzato da torri di guardia e torri fortificate in punti importanti e / o le porte. Altri elementi difensivi erano un fossato, bastioni o ostacoli naturali o piantumazioni.

Un altro elemento importante nella maggior parte dei castelli era la torre residenziale. Questa torre era utilizzata come torre puramente residenziale o come ultima linea di difesa quando il castello doveva essere preso d'assalto.

Nel caso di fortezze più grandi che avevano un castello esterno, c'erano anche alcuni artigiani che hanno assunto l'approvvigionamento di base del castello con materiale, cibo e acqua e sono stati così in grado di sopravvivere a un certo periodo di assedio.

 

 

Il declino dei castelli:

Con l'introduzione delle armi da fuoco, la costruzione dei castelli ha dovuto essere adattata alle nuove condizioni. Così, a partire dalla seconda metà del XV secolo, dalle mura difensive sorsero i bastioni e le torri delle mura divennero torri a batteria, poi bastioni.

I castelli hanno sofferto particolarmente durante la guerra dei 30 anni, quando molti di essi sono stati distrutti e solo parzialmente ricostruiti in seguito. Nel tardo XVII secolo, le campagne francesi dimostrarono che il principio dei castelli aveva finalmente perso la sua legittimità.

Grazie alle riforme sociali, i castelli potevano ora essere venduti anche a non nobili, risparmiando così almeno alcuni castelli dalla decadenza. Alcuni sono stati addirittura trasformati in castelli a scopo di rappresentanza.

Ragioni della perdita di un castello:
- 25% Attività
- 13% Demolizione
- 11,5% Distruzione in 30 anni di guerra
- Incendi del 6%
- Terremoto dell'1,5%
- 26% motivi sconosciuti

 

 

Una bella lista di castelli e palazzi europei si trova nella pagina
www.burgen.de

 

 

 

 

 

Qui potete trovare la letteratura giusta:

 

Castelli medievali

Castelli medievali Copertina flessibile – 16 mar 2017

La «preistoria» del castello inteso come fortezza abitata si colloca al tempo delle grandi immigrazioni germaniche. Fu poi per secoli il centro organizzatore del territorio, fino a che, dopo il Quattrocento, le nuove armi da fuoco ne decreteranno la trasformazione e il declino. Il libro illustra lo sviluppo della struttura materiale del castello dal secolo X in poi partendo dalle fonti scritte e mettendole a confronto con i risultati degli scavi archeologici.

Clicca qui!

 

 

Archeologia dell'Italia medievale

Archeologia dell'Italia medievale Copertina flessibile – 3 mar 2016

I primi tentativi di far decollare l'archeologia medievale in Italia, nell'arco di tempo che va dalla nascita della nazione al secondo dopoguerra, sono tentativi falliti. Si è definita l'archeologia medievale "uno specialismo mancato". Come mai? Perché mentre nel resto dell'Europa inizia ad affermarsi un'archeologia dedicata al Medioevo, da noi questo non succede? La risposta è piuttosto semplice: mentre nelle altre nazioni fare archeologia medievale significa indagare le proprie origini, da noi il Medioevo è stato a lungo percepito soprattutto come un periodo oscuro, negativo, durante il quale l'Italia venne assoggettata e invasa da vari popoli stranieri. Solo a partire dagli anni Settanta l'archeologia medievale è definitivamente decollata e recentemente, tra scavi e progetti, ha fatto passi da gigante. Città, castelli, torri, chiese, monasteri, manufatti, sepolture e molto altro ancora: "Archeologia dell'Italia medievale" è un manuale, ma anche un saggio rigorosamente documentato e aggiornato, con un ampio apparato di illustrazioni, per dar conto dello stato dell'arte e delle prospettive future di questa disciplina.

Clicca qui!

 

 

Il castello animato. Ediz. illustrata

Il castello animato. Ediz. illustrata Copertina rigida – 4 nov 2013

Età di lettura: da 3 anni.

Clicca qui!

 

 

Abruzzo dei castelli. Gli insediamenti fortificati abruzzesi dagli italici all'unità d'Italia

Abruzzo dei castelli. Gli insediamenti fortificati abruzzesi dagli italici all'unità d'Italia Copertina rigida – 1 ott 2001

Clicca qui!

 

 

 

 

 

This post is also available in: deDeutsch (Tedesco) enEnglish (Inglese) frFrançais (Francese) zh-hans简体中文 (Cinese semplificato) ruРусский (Russo) esEspañol (Spagnolo) arالعربية (Arabo)


I commenti sono chiusi

error: Content is protected !!