Albert S. Johnston

Albert S. Johnston fu uno degli ufficiali più capaci dell'esercito americano fino a quando non si unì agli Stati del Sud all'inizio della guerra civile americana. Lì ha inflitto pesanti perdite agli Stati del nord con la sua tattica, se non fosse caduto durante la guerra, avrebbe potuto finire diversamente.

 

 

Origine e adolescenza:

Albert Sidney Johnston è nato il 2 febbraio 1803 a Washington, Mason County, Kentucky, ma ha vissuto la maggior parte del tempo in Texas, che ha descritto più come la sua casa.

Ha iniziato la sua prima formazione alla Transylvania University di Lexington, dove ha completato la sua formazione anche il successivo presidente della Confederazione, Jefferson Davis.

 

 

 

Inizio del servizio militare:

Come molti altri ufficiali dell'Esercito USA e del successivo Esercito Confederato, Johnston iniziò il suo addestramento militare all'Accademia Militare di West Point, New York, dove nel 1826 completò il suo addestramento e fu trasferito come tenente di Brevet al 2° Reggimento di Fanteria USA.

Durante la guerra del Falco Nero del 1832 con gli indiani che vivono a est del fiume Mississippi, è stato capo di stato maggiore del generale Henry Atkinsons.

Nel 1834 Johnston terminò il servizio militare per prendersi cura della moglie, sposata nel 1829, che soffriva di tubercolosi. Dopo la sua morte, gestiva una fattoria in Texas.

 

 

 

Il servizio di Johnston durante la Guerra d'Indipendenza del Texas:

Durante la guerra d'indipendenza tra il Texas e il Messico dal 2 ottobre 1835 al 21 aprile 1836, Johnston si unì alla milizia texana come privato nel 1836, ma fu promosso a Major poco dopo. Dopo la guerra, è stato promosso colonnello in agosto e gli è stato assegnato il posto di aiutante generale dell'esercito. Già il 31 gennaio 1837 ebbe luogo la prossima promozione a Brigadier General e l'incarico di Comandante in Capo dell'Esercito del Texas.

Nel 1838 Johnston fu nominato ministro della guerra dal secondo presidente della Repubblica del Texas, Mirabeau B. Lamar. Tuttavia, si dimette nel febbraio 1840, si risposò e poi gestì una piantagione nella contea di Brazoria con la nuova moglie.

 

Albert S. Johnston

Albert S. Johnston

 

 

 

La guerra messicano-americana:

Quando la guerra messicano-americana scoppiò il 25 aprile 1846, Johnston si arruolò nuovamente nell'esercito e come colonnello fu dato il comando del 1° Reggimento Fucili del Texas. Johnston ha combattuto nelle battaglie di Monterrey e Buena Vista.

Dopo la fine della guerra del 2 febbraio 1848, Johnston tornò alla sua piantagione, ma già nel 1849 fu promosso a Major dal presidente degli Stati Uniti Zachary Taylor e nominato paymaster nell'esercito americano. Nel 1855 gli fu dato il comando del 2° reggimento di cavalleria americana. Alla fine del 1860 divenne comandante dell'Area Militare del Pacifico.

 

 

 

La guerra civile americana:

Quando alcuni stati del sud si separarono dall'Unione degli Stati Uniti d'America e fondarono il proprio stato con la Confederazione, Johnston lasciò il nord dopo il Texas per recarsi nella nuova capitale confederata Richmond in Virginia. Dopo che Jefferson Davis assunse la carica di Presidente Confederato, promosse il suo amico Johnston a Generale e lo lasciò al comando delle truppe che avrebbero assicurato il territorio occidentale.

A differenza del teatro di guerra orientale, che si concentrava sull'area della Virginia, Johnston doveva assicurarsi un'area molto più ampia con meno truppe. Questo lo portò a perdere il Tennessee negli stati del nord all'inizio del 1862.

Il 6 aprile 1862 Johnston tentò di riconquistare i territori perduti con un audace attacco all'esercito degli Stati del Nord guidato dal maggiore generale Ulysses S. Grant. A differenza di altri ufficiali, Johnston è sempre stato in prima linea nel combattimento e ha condotto personalmente i suoi soldati in battaglia. Durante la battaglia di Shiloh, questo comportamento divenne il suo destino quando Johnston fu colpito da un proiettile e lentamente dissanguato fino alla morte.

La perdita di Johnston fu un colpo morale per l'esercito confederato. Solo con il generale Robert E. Lee è stato possibile ritrovare un comandante in capo adatto per le forze armate confederate.

Albert Sidney Johnston fu sepolto nel cimitero di Stato del Texas ad Austin.

 

La tomba di Johnston nel cimitero di Stato del Texas ad Austin

La tomba di Johnston nel cimitero di Stato del Texas ad Austin

 

 

 

 

 

This post is also available in: deDeutsch (Tedesco)enEnglish (Inglese)frFrançais (Francese)zh-hans简体中文 (Cinese semplificato)ruРусский (Russo)esEspañol (Spagnolo)arالعربية (Arabo)

I commenti sono chiusi

error: Content is protected !!