Definizione militare

Che cos'è l'esercito comunque?

Come militare, di solito descrive le persone dotate di armi che servono uno stato e hanno compiti di sicurezza esterna e interna e possono anche servire come forze di supporto.

 

Il termine militare (dal francese militaire, singolare, militare ", plurale:" il militare ") è anche usato come sinonimo per un certo numero di membri delle forze armate (soldati). Nel singolare è simile al rango di termine per un singolo ufficiale militare e generali ufficiali.

 

 

 

Importanza dell'esercito

L'uso principale dell'esercito è solitamente preceduto dalla difesa del paese, o dei suoi alleati, dai pericoli di altre forze armate, organizzazioni o gruppi. D'altra parte, c'è la garanzia della sicurezza interna, in cui la società deve essere protetta dai pericoli che si sviluppano nel paese stesso.

Come compiti specificati ad esempio per le Forze Armate Federali tedesche:
- Prevenzione dei conflitti internazionali e gestione delle crisi, compresa la lotta contro il terrorismo internazionale
- Supporto per i partner di Alliance
- Protezione del domestico e dei suoi cittadini
- salvataggio ed evacuazione,
- partnership e cooperazione
- Assistenza (assistenza reciproca, calamità naturali, incidenti particolarmente gravi)

Lo strumento che è disponibile alle forze armate per questo scopo e che distingue (secondo le Convenzioni di Ginevra) in linea di principio combattenti di civili, è tradizionalmente la forza delle armi. Le tensioni tra Stati possono provocare conflitti bellici, ma altre minacce, come il terrorismo, stanno diventando sempre più la causa del combattimento, che oggi costringe le forze armate sempre più alla cosiddetta guerra non convenzionale. Inoltre, il compito dei militari non è più limitato esclusivamente al conflitto armato, ma piuttosto a tecniche di raccolta di informazioni, missioni internazionali di mantenimento della pace o altri tipi di scontro militare, come il cosiddetto "cyberwar".

Nell'arena pubblica, specialmente in passato, i militari hanno identificato una componente importante dell'intesa nazionale. Mentre la società occidentale contemporanea è piuttosto critica nei confronti dell'esercito, è stata spesso un fattore importante nel patriottismo (ad esempio, al tempo dell'impero tedesco) (vedi il militarismo per maggiori dettagli). Soprattutto nei paesi a predominanza militare, come la Cina o gli Stati Uniti, le forze armate svolgono un ruolo cruciale nella dimostrazione del potere. Le forze armate sono intrinsecamente un importante pilastro della politica, specialmente nella politica estera e di sicurezza. La proliferazione di una forza militare può portare dall'oppressione di un popolo a un colpo di stato e al dominio militare.

Oltre a difendere l'esercito ha anche vasta portata settori di compiti come ad esempio il mantenimento della pace (z. B. a missioni internazionali di pace), in caso di catastrofe (tra cui l'uragano Katrina), far rispettare gli interessi economici e politici di un paese / alleanza (come le "guerre per il petrolio" tanto criticato ) e scopi cerimoniali (compresi i ricevimenti di stato).

 

 

 

Caratteristiche dei militari

Le forze armate sono solitamente (e conformi agli standard internazionali) caratterizzate dalle seguenti caratteristiche:
- Sono sotto un unico comando, che è responsabile per lo stato per la leadership dei subordinati
- I parenti sono distinti da uniformi, distintivi, segni o altre caratteristiche esterne riconoscibili dall'esterno della popolazione civile
- I soldati sono soggetti a un sistema disciplinare interno, che applica anche le regole della guerra in caso di emergenza
- Sei armato (un soldato deve aprire la sua arma)

Gerarchia:
Le organizzazioni militari sono caratterizzate da una struttura gerarchica che segue una struttura di comando. Tutti i soldati sono soggetti al principio di comando e obbedienza ai loro superiori e devono accettare determinate restrizioni sulle loro libertà e diritti fondamentali.

Legge militare:
I militari hanno uno status separato nella maggior parte degli stati e anche secondo la legge militare internazionale (ad esempio, dalle Convenzioni di Ginevra e dalla Convenzione dell'Aja). I soldati (i cosiddetti combattenti) assumono uno status speciale essendo soggetti in molti stati a un tribunale militare appositamente stabilito e al diritto penale internazionale (ad es. Tribunale militare internazionale). Il cosiddetto Innere Führung è caratterizzato dalla gerarchia e dall'obbedienza (vedi il Comando militare), tuttavia, i soldati in Germania hanno l'opportunità al di fuori della normale rotta di servizio di contattare il Wehrbeauftragten, che supervisiona il trattamento dei "cittadini in uniforme" secondo la legge applicabile.

Servizio militare e sistema di riserva:
In molti paesi del mondo, specialmente quelli con lunghe tradizioni militari o in costante minaccia (ad es. Israele, dove le donne sono anche obbligate a prestare servizio militare), i cittadini devono servire per un certo periodo nell'esercito o in altre formazioni militari (ad esempio nel campo della protezione civile) nel loro paese. Questo sistema di coscrizione è destinato a preparare la popolazione (per lo più di sesso maschile) in caso di guerra, nel qual caso potrebbe essere richiesto di servire l'arma per difendere il loro paese come riservisti. Queste persone, se ritenute ammissibili, possono essere arruolate nelle forze armate in caso di emergenza e sono quindi disponibili come un cosiddetto sistema di riserva.

 

 

 

Segni distintivi dell'esercito

Forze armate:
Sebbene ciascuna forza armata sia organizzata diversamente, oggi è generalmente possibile distinguere tra le forze armate. Queste sono per lo più forze di terra (esercito), forze navali (marina) e forze aeree (aeronautica). Alcuni stati completano le loro forze armate con forze aggiuntive, come una Guardia Costiera o un Corpo dei Marines. Inoltre, in Germania, le aree delle forze armate base e il servizio medico stanno ancora operando come una forza parziale.

Forze armate / Polizia:
Nelle società democraticamente organizzate, il ruolo dei militari è delimitato da quello delle forze di sicurezza nazionali (polizia). Ci sono anche salvaguardie per controllare i militari. Ciò si manifesta nella capacità di un cosiddetto esercito parlamentare. Al contrario, in molti Stati repressivi, queste due funzioni sono miste e l'esercito assume compiti politici interni. Un'espressione di questo dualismo è la gendarmeria. Anche i gendarmi sono spesso parte delle forze armate come in Francia o storicamente subalterno una volta al dipartimento della difesa come l'ex gendarmeria federale in Austria. Le norme costituzionali e amministrative garantiscono che tali unità siano sotto il controllo dei dipartimenti Interno e Giustizia.

Paramilitari:
Le cosiddette organizzazioni paramilitari o milizie (per lo più unità ufficialmente non militari, ma con compiti simili), che partecipano a molti conflitti armati non di guerra (come le guerre civili), non sono ufficialmente considerate una forza e vengono trattate in modo diverso secondo le convenzioni internazionali.

Popolazione combattente / civile:
Secondo le Convenzioni di Ginevra, le parti coinvolte in un conflitto militare distinguono fondamentalmente tra i combattenti e la popolazione civile. I combattenti sono tutti sotto le armi e riconoscibili come membri di una parte in conflitto. Solo loro hanno diritto a atti di guerra e, a differenza dei civili, non sono direttamente protetti dalla violenza contraddittoria. Nel caso di un prigioniero di guerra, hai alcuni diritti, come un processo equo, a tua disposizione. Al contrario, gli Stati Uniti hanno introdotto il concetto internazionalmente controverso del "combattente illegale".

 

 

 

 

 

Qui potete trovare la letteratura giusta:

 

Uomini e macchine in guerra. La tecnologia e le culture attraverso millenni di conflitti. Ediz. illustrata

Uomini e macchine in guerra. La tecnologia e le culture attraverso millenni di conflitti. Ediz. illustrata Copertina rigida – 9 nov 2017

Una guida per immagini completa e approfondita sulla tecnologia della guerra e la sua evoluzione nel corso della storia. Profili delle armi, armature, uniformi ed equipaggiamenti fondamentali, dalla Mesopotamia dell'età del bronzo ai giorni nostri. Immagini e schede dei pezzi di armamento più significativi da vari punti di vista, che sottolineano le caratteristiche che li hanno resi così efficaci. Il racconto delle tecniche e delle tattiche adottate dai più grandi capi militari, dell'impatto sugli eserciti che le hanno usate e degli effetti che hanno avuto sulla conclusione dei più importanti conflitti.

Clicca qui!

 

 

La rivoluzione militare

La rivoluzione militare Copertina flessibile – 28 ago 2014

Quale fu il segreto che consentì a un continente piccolo e scarsamente dotato di risorse naturali come l'Europa di guadagnare fra Cinque e Ottocento una superiorità planetaria? Secondo Parker le origini del successo europeo vanno ricercate sul terreno militare. Egli studia dunque la pratica militare europea, facendo riferimento al ruolo delle armi da fuoco e alla trasformazione delle strategie belliche, per poi esaminare il modo in cui la rivoluzione militare, che si sposava a un'esplicita politica di potenza, diede agli europei un decisivo vantaggio sui popoli degli altri continenti. Il volume si conclude con una rassegna degli ulteriori cambiamenti introdotti nella sfera militare in seguito alla rivoluzione industriale, che consentirono all'Occidente di dominare pressoché il mondo intero fino al 1914.

Clicca qui!

 

 

Le grandi battaglie che hanno fatto la storia

Le grandi battaglie che hanno fatto la storia Copertina rigida – 15 nov 2018

Dall'antichità all'era nucleare, un grande libro illustrato dedicato alle battaglie più significative nella storia dell'uomo. Attraverso mappe, dipinti, manufatti e immagini, ogni capitolo racconta i singoli conflitti, inclusi i momenti strategici e le decisioni tattiche che hanno cambiato la storia dell'umanità.

Clicca qui!

 

 

Storia della guerra

Storia della guerra Copertina flessibile – 31 ago 2016

Nella millenaria storia dell’uomo la guerra occupa da sempre un posto primario. Dall’antichità fino ai giorni nostri, l’uomo si è misurato contro i suoi simili in conflitti che hanno portato distruzione e annientamento e per fare questo ha sempre avuto bisogno di armi nuove e tecnologicamente avanzate. Dalle lance ai fucili di precisione, dalle prime bombarde ai missili moderni, l’uomo ha costantemente rivolto una particolare attenzione allo sviluppo dell’arte bellica.

Clicca qui!

 

 

 

 

 

This post is also available in: deDeutsch (Tedesco)enEnglish (Inglese)frFrançais (Francese)zh-hans简体中文 (Cinese semplificato)ruРусский (Russo)esEspañol (Spagnolo)arالعربية (Arabo)

I commenti sono chiusi

error: Content is protected !!