Gengis Khan

Gengis Khan è un termine ancora oggi per molte persone. È dietro questo nome ma un titolo, e non un vero nome per una persona nasconde, è piuttosto meno noto.

 

Origini e gioventù:

L'uomo che portava il titolo di Gengis Khan era 1162 come il figlio di un piccolo, Mongol Princes Yesügai e sua moglie che hoe'lun-Ujin denominato Temüjin Nato. Egli apparteneva alla tribù dei Mongghol, il clan di Borjigin, che ha condotto una vita come cavalieri come la maggior parte delle tribù mongole al momento.

Dalla sua prima infanzia, Temüjin imparato equitazione, tiro con l'arco e la caccia. Con le incursioni di suo padre contro altre tribù, la famiglia era venuto a certa prosperità. Come era consuetudine con i mongoli, era anche Yesügai con suo figlio all'età di 9 anni al salone nuziale. Quando una tribù amichevole, hanno scoperto una bellissima figlia del leader di Xiongnu e Temüjin dopo tradizione è rimasto per il momento con i suoi futuri suoceri.

Nel frattempo, suo padre, che zurückreitete da solo, sulla strada hanno preso l'ospitalità dei Tartari. Questo Yesügai realizzato come suo nemico, ha avvelenato il suo cibo, che Yesügai anche morto. Pur raggiungendo la notizia della morte di suo padre, ha fatto anche sulla via del ritorno a sua madre e ai fratelli.

A causa di età bassa Temüjin non è stato riconosciuto al suo ritorno dalla tribù come un successore per la leadership e la tribù si sciolta dopo. Senza protezione, i loro averi sono stati rubati anche Temüdschins famiglia così la famiglia impoverita rapidamente. Dalla disputa in corso tra i fratelli, fratellastro di Temüdschins Bektar di morì più tardi anche dalla mano di Temüjin se stesso. Perché altri capi tribali a causa della sua discendenza aristocratica della famiglia nutriva ancora timori per una vendetta e voleva eliminare la famiglia, sono stati costretti a fuggire di nuovo.

 

Gengis Khan

Gengis Khan

 

 

 

L'unificazione delle tribù mongole:

Nel corso del tempo, Temüjin capito che nella steppa solo il più forte con gli alleati giusti per sopravvivere. Così potrebbe spegnere dopo i suoi nemici attraverso abile diplomazia o violenza, così che egli aveva unito la maggior parte delle tribù mongole nel 1190 e cominciò a sottomettere le tribù vicine della steppa.

Nel 1201, ha gestito la sua più grande vittoria contro la sua ex giuramento - o fratello di sangue, il Jamuka Dschamucha. Questo riuscì a fuggire dopo la sconfitta del primo mentre, ma attraverso sue alleanze mutevoli ha alienato i suoi ex amici contro di lui, che poi lui spediti a Temüjin. Per impostare un esempio, anche se leggere tutti gli amici di Dschamucha e uccidere la loro famiglia. Dschamucha stesso offrì nuovamente l'amicizia su che tuttavia ha battuto e ha chiesto per la sua morte. Il desiderio è stato concesso a lui.

1202, Temüjin sconfitto il Ongud nel nord dell'Impero. Poi vide se stesso e il suo esercito come abbastanza forte per affrontare la tanto odiata da lui Tartari in Oriente come vendetta per la morte di suo padre. Le 4 tribù dei Tartari potevano essere picchiate, poi Temüjin condotto una vera e propria purga contro i Tartari, in cui tutti coloro che era più grande l'altezza dell'albero di un carro trainato da buoi fu ucciso.

nel 1203 ha sconfitto il Kerait, 1204 i Naiman. Così, egli aveva il potere assoluto sopra i Mongoli.

 

L'impero mongolo

L'impero mongolo

 

 

 

Il titolo di Gengis Khan:

Durante l'anno 1206 Temüjin denominato il cosiddetto Kuriltai, o un noto come il Reichstag. Là è stato nominato che Khan dal sciamani e righelli tradizionali Gengis, con il titolo di Khan era già un titolo sovrano.

Poi Gengis Khan effettuate riforme di vasta portata nel suo nuovo stato. Mentre la sua famiglia (madre e fratelli) è stato utilizzato come un governo. Formulò una Costituzione che disciplinano, il cosiddetto Mustafa, in cui le leggi fondamentali sono state regolamentate. Per ingrandire il suo esercito, ha anche introdotto la coscrizione e nominato soldati che si sono distinti attraverso le loro azioni e la lealtà tra i capi militari. Così, egli deposto la sentenza fino allora maestro nobiltà.

 

 

 

Altre campagne:

Dopo Gengis Khan aveva stabilito la sua regola e ordinato l'amministrazione del suo impero, sedeva ancora in espansione, con la sua enfasi sulla zona della Cina di oggi. Così, egli rovesciò i Tangut nel 1209 e 1211 condusse il suo esercito nella zona dominata dalla dinastia Jin nel sud e Cina orientale della penisola di Shandong. nel 1215 fu in grado di conquistare la penisola e persino la Corea del dovuto rendergli omaggio da 1219.

In Occidente, tuttavia, Khan potrebbe negoziare un trattato di amicizia con coro islamico Impero di miscelazione in Persia, che si sciolse ma poco dopo, come erano un mongolo commercio Caravan e ucciso il commerciante.

La vendetta di Gengis Khan, conseguenza correva con duramente. Così le sue truppe sconfissero 1219 / 1220 truppe del coro misto impero in Transoxiana e Bukhara e Samarcanda sono stati conquistati. Il sultano ALA annuncio-Din Muhammad morì in fuga, e suo figlio sono fuggito in India.

1220 leggere che invadono le sue truppe Gengis Khan per la prima volta a nord del Caucaso e la Russia meridionale. In questa campagna, suoi giorni soldati disposti una brutalità speciale in modo che la reputazione dei mongoli in Europa come Barbara e disumana ha rapidamente fatto il giro. Nel 1223, l'Ucraina cadde sotto l'assalto delle truppe mongole.

 

 

 

Morte di Dschingis Khan e la sua successione:

1224 / 1225 restituiti Gengis Khan con una spedizione punitiva contro i Tangut. Sulla via del ritorno, il sovrano mongolo, probabilmente morì il 18 agosto 1227. Non si conoscono dettagli esatti della data e la causa della morte. Uno della più popolare teoria suggerisce che la ferita severa in un'equitazione incidente, ma anche l'assassinio di una principessa Tangut che voleva essere uno stupro prima aderisce a questo giorno.

Così come la causa della morte, la sepoltura esatta di Gengis Khan è noto. Secondo la tradizione, circa 1. 000 cavalieri deve avere livellato la sua sepoltura da loro zoccoli e poi fu ucciso, in modo che non si trova l'esatta posizione. Per escludere questo è comunque, Mausoleo di Gengis Khan a Ordos della Mongolia interna, dal solo una bara vuota e piuttosto è un memoriale.

 

Dopo la morte di Khan e su cui istruzioni alla successione ereditaria, ha preso il secondo più giovane figlio Ögedei il potere nell'Impero Mongol. A causa del suo livello testa e saggezza, il patrimonio è stata applicata e non come al solito, il figlio più anziano.
Il Mongol Empire Chagatai, Ogodei e Tolui, i discendenti del defunto figlio quarto Dschötschi sono stati divisi quindi sotto i figli di Dschingis Khan nella propria parte degli imperi (Khanato).

 

Monumento di Gengis Khan (in Mongolia è oggi celebrato come un eroe nazionale)

Monumento di Gengis Khan (in Mongolia è oggi celebrato come un eroe nazionale)

 

 

 

 

 

Qui potete trovare la letteratura giusta:

 

Gengis Khan. La nascita del mondo moderno

Gengis Khan. La nascita del mondo moderno Copertina flessibile – 26 mar 2015

L'esercito mongolo condotto da Gengis Khan soggiogò, in soli 25 anni, più terre e popolazioni di quante ne avessero conquistate i romani in 400. Quasi ogni Paese venuto a contatto coi mongoli beneficiò di una crescita senza precedenti delle reti culturali e commerciali. Di gran lunga più progressista rispetto alle sue controparti europee o asiatiche, Gengis Khan abolì la tortura, garanti la libertà universale di culto e smantellò i privilegi aristocratici della civiltà feudale. Dalla storia della sua ascesa nella cultura tribale della steppa all'esplosione innescata dall'impero mongolo, quest'opera altro non è che l'epico racconto di come è nato il mondo in cui viviamo.

Clicca qui!

 

 

Gengis Khan. La legge del lupo

Gengis Khan. La legge del lupo Copertina flessibile – 8 mag 2009

Questa storia si svolge in mare, nell'immenso mare d'erba che è la prateria mongola, dove le tribù vivono spostandosi in cerca di cibo, sempre in fuga dai lupi, sempre rispettandoli. È la storia di una leggenda, ed è una storia vera. Nato col nome di un prigioniero, Gengis Khan divenne signore dei Mongoli e poi di un impero ineguagliato, esteso tra la Manciuria e l'Ungheria, conquistò i più grandi regni confinanti col suo, dalla Cina alla Persia, ma del proprio non fissò mai i confini. Senza promettere ai soldati altro che il bottino di guerra, costruì un esercito invincibile, spietato, fedele, immenso. Fu analfabeta e diede ai Mongoli la scrittura, la legge e la memoria, li fece entrare nella storia. Rispettò due principi: la lealtà e la legge del lupo. Come il lupo, fu scaltro, paziente, feroce, affamato. Insieme al lupo - il peggiore nemico dei Mongoli e il loro totem, l'assassino della prateria e il suo custode - il suo popolo fu il padrone del mare d'erba in cui visse. Età di lettura: da 12 anni.

Clicca qui!

 

 

Gengis Khan. L'uomo che creò l'impero più vasto di tutti i tempi

Gengis Khan. L'uomo che creò l'impero più vasto di tutti i tempi Copertina rigida – 15 gen 2019

Una storia che nasce fra le genti della steppa, nell'Asia più profonda. È la storia di Temujin, in seguito noto come Gengis Khan: un nomade, un mongolo che seppe aggregare le tribù sparpagliate per le lande asiatiche, trasformando pastori e cacciatori in un'orda di guerrieri invincibili e sanguinari, così da edificare nel XII secolo l'impero più grande al mondo. Forte di un esercito immenso, e preceduto da una fama atroce e leggendaria, Gengis Khan insidiò buona parte dell'Europa cristiana e mise in crisi la dinastia cinese, imponendo la pax mongolica che consentì alla via della seta di aprire i commerci ai mercanti genovesi e veneziani e all'interesse dell'Occidente europeo. Morì nel 1227 dopo una lunga agonia, probabilmente a causa di ferite riportate in battaglia. Pare che i suoi resti, non ancora rinvenuti, si trovino nelle montagne del Khentii. La leggenda narra che chiunque si fosse trovato ad assistere al passaggio del carro con la sua salma, avrebbe pagato con la propria vita, accompagnando il suo imperatore nel viaggio verso l'aldilà.

Clicca qui!

 

 

Il mistero di Gengis Khan

Il mistero di Gengis Khan Copertina flessibile – 21 gen 2016

Gengis Khan è stato il più grande e feroce conquistatore che la storia umana abbia mai conosciuto. Capo di una tribù nomade emersa dal deserto del Gobi, il Perfetto Guerriero fu presto artefice dell'unificazione di tutte le tribù mongole, di cui divenne imperatore. Sotto la sua guida, i mongoli condussero una prorompente campagna militare contro le grandi potenze occidentali e asiatiche, che portò, anche se per un breve periodo, alla costruzione del più vasto impero del mondo. Ma Gengis Khan non fu soltanto brutale devastatore, nella sua figura convivono anche il nomade e il sovrano, il genio militare e il fine legislatore. In questo volume Harold Lamb ripercorre l'appassionante epopea dell'uomo che elevò una ignota tribù a sovrana del mondo.

Clicca qui!

 

 

 

 

 

This post is also available in: deDeutsch (Tedesco) enEnglish (Inglese) frFrançais (Francese) zh-hans简体中文 (Cinese semplificato) ruРусский (Russo) esEspañol (Spagnolo) arالعربية (Arabo)


I commenti sono chiusi

error: Content is protected !!