Helmuth Karl Bernhard Conte von Moltke

Helmuth Karl Bernhard Conte von Moltke era un soldato professionista e prestava servizio negli eserciti danese e prussiano. Attraverso lo sviluppo delle tattiche di missione, non solo ha riformato l'esercito prussiano, ma ha anche gettato le basi di quelle che sono ancora oggi le forze armate.

 

Origine e adolescenza:

Helmuth Karl Bernhard Conte von Moltke nacque il 26 ottobre 1800 a Parchim come figlio della nobile famiglia del Meclemburgo. Suo padre Friedrich Philipp Victor von Moltke entrò nell'esercito danese nel 1806 e servì Helmut e 2 dei suoi fratelli come modelli militari di ruolo.

 

 

 

Il servizio di Molke nell'esercito danese:

Grazie ai buoni contatti del padre, Helmuth e due dei suoi fratelli si unirono all'esercito danese come cadetti nel 1811 alla scuola Kadetten di Copenaghen.

Dopo la sua promozione, il 20 gennaio 1818, ha lavorato come tenente segretario nel reggimento danese di fanteria Oldenburg a Rendsburg, dove ha attirato l'attenzione con il suo talento e la sua ambizione.

 

Helmuth Karl Bernhard Conte von Moltke

Helmuth Karl Bernhard Conte von Moltke

 

 

 

Il passaggio all'esercito prussiano:

Per non solo per conoscere il servizio militare dell'esercito danese, Helmuth chiese allo stesso re danese Frederik VI di essere trasferito all'esercito prussiano. Con le parole: "Mi sia concesso in futuro di utilizzare le capacità che mi sforzo di acquisire a beneficio del re e della Danimarca", egli sottolinea la sua richiesta.

Nel gennaio 1822 la sua richiesta fu accolta e fu rilasciato, supponendo che potesse acquisire esperienza nell'esercito prussiano, che avrebbe poi potuto riportare all'esercito danese.

Iniziò il suo servizio nell'esercito prussiano come tenente segretario dell'8° reggimento di fanteria a Francoforte sull'Oder. Dal 1823 al 1826 frequentò anche la Scuola Generale di Guerra, e nel 1833 fu onorato di essere nominato nel Grande Stato Maggiore Generale, dove Carl von Clausewitz, tra gli altri, fu uno dei suoi mentori.

 

 

 

Il viaggio di Moltke nell'Impero Ottomano:

Nel 1835 a Moltke fu concessa una vacanza per la formazione continua nell'Europa sudorientale. Lì il sultano ottomano si accorse di lui, che chiese all'esercito prussiano di prestargli Moltke come istruttore per il proprio esercito. Moltke accompagnò l'esercito ottomano dal 1836 al 1839 e viaggiò per Costantinopoli, la costa del Mar Nero, le montagne del Toro e il deserto della Mesopotamia. Nel 1838 partecipò anche ad una campagna contro i Curdi.

Nel 1837 Moltke viaggiò insieme al sultano nelle province danubiane dell'Impero Ottomano. Lì doveva rilevare e attuare la pianificazione delle fortificazioni di Silistra, Varna, Shumen e Ruschuk, che dovevano servire da baluardi contro i russi.

Ha anche accompagnato la campagna ottomana contro gli egiziani fino alla sconfitta nella battaglia di Nizip del 24 giugno 1839.

Nel suo ultimo diario di viaggio, ha formato la frase:
"E' stato a lungo compito degli eserciti occidentali limitare il potere ottomano. Oggi sembra che la politica europea si preoccupi della sua esistenza".

 

 

 

Servizio di Moltke nello Stato maggiore dell'esercito prussiano:

Dopo il suo ritorno in Prussia Moltke fu promosso a sindaco, nel 1846 collaboratore del principe Karl Heinrich di Prussia a Roma, e dal 1856 collaboratore del principe ereditario Friedrich Wilhelm.

Il 29 ottobre 1857 fu promosso a Maggiore Generale e dal 1862 gli fu affidato l'incarico di pianificare una guerra contro la Danimarca con il peggioramento della situazione politica.

Il 2 giugno 1866, il re Guglielmo I creò un quartier generale per le influenze politiche e militari sotto forma di un rinnovato Stato Maggiore Generale con l'Ordine del Gabinetto. Moltke viene promosso a Generale e posto di fronte allo Stato Maggiore, che lo autorizza a dare ordini al fronte senza consultare il Ministro della Guerra.

Con le sue riforme della tattica dell'ordine ha contribuito notevolmente ai successi nelle guerre contro Danimarca, Austria e Francia. Per le sue vittorie nella guerra tedesco-danese gli fu anche conferito il titolo di conte.

 

Helmuth Karl Bernhard Conte von Moltke

Helmuth Karl Bernhard Conte von Moltke

 

 

 

Le tattiche applicative di Moltke:

Moltke si rese conto fin dall'inizio che la pianificazione militare con l'attuazione fissa di una sola opzione si è rivelata del tutto inadeguata. Secondo le sue esperienze, una pianificazione costante può servire solo fino al primo incontro degli eserciti, dopo di che il corso ulteriore dipende da troppe variabili.

Secondo la sua interpretazione era quindi necessario non attenersi rigorosamente ad un solo piano nella pianificazione militare, ma considerare tutte le possibilità. I subordinati dovrebbero inoltre avere maggiore libertà d'azione in modo che possano adattare rapidamente le loro tattiche alla rispettiva situazione senza prima consultare i loro superiori.

Questa tattica è ancora oggi utilizzata nella Bundeswehr.

 

Bismarck, Roon e Moltke

Bismarck, Roon e Moltke

 

 

 

La fine della vita di Moltke:

Il 20 aprile 1842 Moltke sposò Marie Burt e acquistò la tenuta di Kreisau in Slesia come casa di riposo. Dopo la morte prematura della moglie nel 1868, vi fece costruire un mausoleo.

Lo stesso Moltke morì il 24 aprile 1891 nella sua residenza ufficiale a Berlino. Fu anche sepolto nel mausoleo di Gut Kreisau accanto alla moglie.

Alla fine della seconda guerra mondiale, tuttavia, le sue ossa sono andate perdute.

 

 

 

 

 

This post is also available in: deDeutsch (Tedesco)enEnglish (Inglese)frFrançais (Francese)zh-hans简体中文 (Cinese semplificato)ruРусский (Russo)esEspañol (Spagnolo)arالعربية (Arabo)

I commenti sono chiusi

error: Content is protected !!