21 cm Cannone L/162 (Pistola di Parigi)

Già nell'autunno del 1914, dopo l'invasione del Belgio, il comando dell'esercito tedesco chiedeva alla marina di poter sparare contro le città costiere britanniche dalla costa belga. Questo requisito si basava sul fatto che, da un lato, la flotta d'altura tedesca doveva essere alleggerita e, dall'altro, all'inizio della guerra si temeva che la Royal Navy britannica avrebbe bloccato il Mare del Nord.

La direzione navale inoltrò l'ordine alla società Krupp, che immediatamente iniziò a sviluppare un cannone a lungo raggio e le munizioni appropriate. A partire dal luglio 1917 è stato possibile effettuare i primi test con il cannone di nuova concezione. Questi sono stati effettuati per la prima volta nell'area di allenamento vicino a Meppen, ma poiché l'area era troppo piccola, il cannone è stato portato al poligono di tiro Altenwalde vicino a Cuxhafen. Lì la pistola potrebbe sparare al mare del Nord aperto.

All'inizio del 1918 due dei cannoni erano pronti all'uso. A causa della loro esperienza con i cannoni di grandi dimensioni, l'equipaggio operativo era composto quasi esclusivamente da soldati della marina. Con l'offensiva primaverile tedesca del 3 marzo 1918, questi furono utilizzati per la prima volta dalla loro posizione a Saint-Gobain vicino a Crépy-en-Laonnois. A causa del peso elevato, i cannoni dovevano essere montati su una fondazione precedentemente gettata in calcestruzzo.

 

Cannone da 21 cm L 162

Cannone da 21 cm L 162

 

Modello della collezione di studi tecnici militari di Coblenza

Modello della collezione di studi tecnici militari di Coblenza

 

 

A causa dell'elevata energia di lancio e dell'elevata pressione del gas, necessaria per il lancio delle pesanti granate, l'usura del tubo è stata conseguentemente elevata. Per questo motivo, la durata di esercizio è stata sufficiente solo per circa 65 scatti per tubo. In totale sono stati prodotti 3 dei cannoni pesanti e 7 tubi corrispondenti, che hanno dovuto essere forati dopo circa 65 colpi.

 

Un'operazione sulla costa belga non è più stata effettuata. L'operazione si è invece limitata al bombardamento di Parigi. In totale sono stati calcolati 367 impatti nella città vecchia e nella periferia circostante. L'incendio non aveva alcun valore militare. Anche se gli impatti provocarono inizialmente il panico tra la popolazione, fu solo di breve durata quando divenne evidente che le armi da fuoco non riuscivano a sparare con sufficiente precisione.

 

Impatto nella chiesa di San Gervais a Parigi il 29 marzo 1918

Impatto nella chiesa di San Gervais a Parigi il 29 marzo 1918

 

 

Il 25 marzo 1918, uno dei tre cannoni esplose, uccidendo 17 dei membri dell'equipaggio. Alla fine della guerra, le altre due armi furono smantellate, portate in Germania e demolite. Affinché i piani di costruzione non cadessero nelle mani delle potenze vittoriose, essi furono nascosti o distrutti dopo la guerra.

 

 

 

Scheda tecnica:

Individuazione: Cannone 21 cm L/162
Paese di produzione: Impero tedesco
Aziende produttrici: Krupp
Anno di introduzione: 1918
Quantitativo: 3
Calibri: Da 209,3 a 232 mm perché i tubi hanno dovuto essere forati più volte
Lunghezza del tubo: 33.910mm
Velocità di sparo: 1 colpo / 2 minuti
Peso: 1.490.000Kg

 

 

 

 

 

This post is also available in: deDeutsch (Tedesco)enEnglish (Inglese)frFrançais (Francese)zh-hans简体中文 (Cinese semplificato)ruРусский (Russo)esEspañol (Spagnolo)arالعربية (Arabo)

I commenti sono chiusi

error: Content is protected !!