L’espansione della Russia sotto Caterina la Grande

Anche prima del regno di Caterina, la Russia fu coinvolta in diverse guerre, tra cui la Guerra Nordica e la Guerra della Successione Austriaca. Sotto Pietro il Grande (1682 - 1725) l'ex esercito russo arretrato divenne una potente e moderna forza armata. Katharina ne approfittò durante il suo regno e allargò il suo paese di un'area considerevole.

 

 

 

La guerra russo-polacca:

Dal 1768, con il sostegno francese, aristocratici sotto la guida di Stanislaw agosto Poniatowski ha cominciato a opporsi alla dominazione russa del loro paese come una confederazione in Polonia. Tuttavia, la rivoluzione non è riuscita in modo permanente, come la deposizione del re re polacco non è riuscito e le forze russe sotto il comando del generale Alessandro Suvorov permanentemente demoralizzato i soldati confederati.

Nel 1772 la Polonia poté essere nuovamente pacificata per la maggior parte, i ribelli erano morti o banditi. Insieme alla Prussia e all'Austria, la Russia divise poi tra loro alcune aree della Polonia, lasciando un solo Stato di tronco.

Nel 1792 e nel 1794 furono condotte altre due campagne contro la Polonia, dove scoppiò un'altra ribellione. Dopo le conquiste, il resto della Polonia fu di nuovo diviso tra le tre grandi potenze e lo Stato polacco aveva cessato di esistere per il momento.

 

La divisione della Polonia nel XVIII secolo

La divisione della Polonia nel XVIII secolo

 

 

 

La guerra russo-turca:

A metà del XVIII secolo, l'impero ottomano era già in declino. I governanti non erano riusciti ad adattare l'ex vasto impero alla nuova era e soprattutto a modernizzare le sue forze armate.

Tuttavia, dopo l'inizio della ribellione polacca nel 1768, il sultano ottomano Mustafa III fu incoraggiato a dichiarare guerra alla Russia. Sul lato russo, il conte Alexei Orlov ha guidato le forze. La sua prima vittoria arrivò con due squadroni nel Mediterraneo, quando nel luglio 1770 distrussero un'intera flotta ottomana nella baia di Cesme, al largo dell'isola di Chios. Un tentativo di persuadere la Grecia ad unirsi alla guerra da parte russa, tuttavia, rimase in sospeso in quel momento.

Sulla terraferma, il conte generale russo Peter Rumyantsev guidò le sue truppe contro gli ottomani e i loro alleati tartari. Al fiume Larga e vicino a Kagul riuscì a ottenere grandi vittorie e a respingere gli ottomani. Dopo di che, non sono più state condotte offensive di rilievo. La situazione non cambiò fino al 1774, quando il generale Alessandro Suvorov si unì all'esercito russo dalla Polonia e conquistò gran parte della Bulgaria. Dopo queste perdite, l'Impero Ottomano fu costretto ad accettare la pace di Kütschük Kainardschi e assicurò alla Russia porti sul Mar Nero e il libero passaggio al Mediterraneo.

Tuttavia, i piani di conquista di Caterina non finirono dopo l'accordo di pace. Con il suo amante il principe Potyomkin ha forgiato ulteriori campagne che sono state attuate 9 anni più tardi. Nel 1783 fu annesso il Khanat e fu istituito un protettorato per la Georgia nel Caucaso. Anche la Russia ha unito le forze con l'Austria per iniziare la distruzione definitiva dell'Impero Ottomano. Dopo questa alleanza, il nuovo sultano Abdülhamid I fu costretto a dichiarare di nuovo guerra alla Russia nel 1787.

Ancora il generale Alexander Suvorov guidò le truppe russe e conquistò la fortezza di Ottchakiv nel 1788 dopo 6 mesi di assedio da parte del principe Potyomkin. Nel 1789 un esercito ottomano fu sconfitto a Focsani, nel 1790 la fortezza Ismail, che governava il delta del Danubio, cadde. Con la vittoria su Ismail, l'Impero Ottomano fu sconfitto militarmente e terminò la guerra con la Russia nel 1792.

 

 

 

La guerra russo-svedese:

Quando l'Impero ottomano per la seconda volta nel 1787 dichiarato guerra alla Russia, il re svedese Gustav III. in grado di annullare la disgrazia della guerra del Nord e di ritorno la sua supremazia nel Mar Baltico in Svezia ancora visto se stesso.

Ne seguirono pesanti combattimenti tra le navi da guerra russo e svedese, che si concluse con una sconfitta russa nel Svensksund. Anche se la Svezia ha battuto la Russia sull'acqua, un atterraggio delle truppe a conquistare San Pietroburgo venuto a mancare tuttavia. Così, venne firmato un trattato di pace di compromesso nel 1790 tra i due paesi.

 

Mappa della Russia dal 14 al 20 secolo

Mappa della Russia dal 14 al 20 secolo

 

 

 

La fine delle guerre di conquista russe:

Con la morte di Caterina la Grande, gli sforzi della Russia per espandere il proprio territorio si sono conclusi. Durante il regno di Caterina, tuttavia, il paese fu in grado di espandere il suo territorio di circa 518. 000 chilometri quadrati, che corrisponde alle dimensioni approssimative della Francia. La Russia è stata anche in grado di garantire un importante accesso al Mar Nero e al Mediterraneo.

 

 

 

 

 

This post is also available in: deDeutsch (Tedesco)enEnglish (Inglese)frFrançais (Francese)zh-hans简体中文 (Cinese semplificato)ruРусский (Russo)esEspañol (Spagnolo)arالعربية (Arabo)

I commenti sono chiusi

error: Content is protected !!