Regina Elisabetta I.

Elisabetta I. nata Elizabeth Tudor e conosciuta come The Virgin Queen o The Maiden Queen (la regina vergine), fu regina d'Inghilterra dal 1558 al 1603 e portò il paese al potere del mare dopo la lotta contro la Spagna.

 

Origine e gioventù:

Elisabetta nacque il 7 settembre 1533, figlia di Enrico VIII e Anna Boleyn al Palazzo di Greenwich sul Tamigi.

Già all'età di 3 anni dovette testimoniare come sua madre fu condannata a morte per adulterio e alto tradimento. L'esecuzione avvenne il 19 maggio 1536 per decapitazione. Elisabetta e la sua sorellastra maggiore Maria furono poi espulse dal trono perché suo padre voleva avere un figlio come suo successore.
Solo la sesta moglie di Enrico VIII. Catherine Parr, poté essere rialzata al trono per decisione parlamentare nel 1544.

Elisabetta è cresciuta dopo l'esecuzione della madre da parte di Katherine Champernowne, dal 1547 dopo la morte del padre alla corte di Caterina Parr. Si dice che il nuovo marito di Caterina, Thomas Seymour, abbia fatto chiare allusioni a Elisabetta. Quando Caterina catturò suo marito ed Elisabetta in una situazione del genere, Elisabetta dovette lasciare la fattoria. Dopo la morte di Caterina, nel settembre del 1548, Thomas Seymour corteggia ufficialmente Elisabetta e le chiede di sposarla, ma il Consiglio di Stato la vieta. Probabilmente Thomas voleva mettersi in una situazione politica migliore sposandosi. Ma attraverso le sue macchinazioni contro il suo Lord Protector Edward Seymour, il guardiano di Enrico VIII, figlio ed erede al trono di Edoardo VI, Thomas Seymour fu arrestato nel gennaio del 1549, rinchiuso nella Torre di Londra e giustiziato il 20 marzo 1549.

Nel 1553 il fratellastro di Elisabetta e nuovo re d'Inghilterra, Edoardo VI, morì all'età di 15 anni. La nipote di Heinrich, Jane Grey, è poi salita al trono dopo che Eduard l'aveva scelta come successore sul letto di morte e aveva escluso le sorelle Maria ed Elisabetta. Tuttavia, Jane Grey ha tenuto la corona reale per soli nove giorni prima che Maria fosse in grado di affermare la sua legittima pretesa e salire al trono a Londra il 3 agosto 1553.

 

{Elisabetta con 13 anni

Elisabetta con 13 anni

 

A causa delle diverse fedi delle due sorelle, Maria era cattolica ed Elisabetta apparteneva ai protestanti, era solo una questione di tempo prima che le dispute diventassero evidenti. Soprattutto i piani di Maria di sposare Filippo II di Spagna, erede al trono di Spagna, gravavavava il rapporto, che si è concluso nella successiva cospirazione di Wyatt. Si trattava di Thomas Wyatt l'Elisabetta con suo cugino Edward Courtenay, 1 ° Conte di Devon voleva sposarsi per mettere Edward sul trono. Thomas Wyatt fu poi convinto dalla tortura a testimoniare contro Elisabetta e a condannarla partecipando a una cospirazione contro la regina. Elisabetta fu poi imprigionata nella Torre di Londra, soprattutto su sollecitazione della parte spagnola sotto l'imperatore Carlo V. Durante l'esecuzione della condanna a morte contro Thomas Wyatt, ha revocato le accuse contro Elisabetta. Ciononostante, è rimasta imprigionata per qualche tempo fino al rilascio per mancanza di prove e agli arresti domiciliari a Woodstock, nell'Oxfordshire.

Poco dopo, Maria sposò l'erede spagnolo al trono di Filippo II di Spagna. Dopo la sua incoronazione a re di Spagna, Philipp Elisabetta propose diversi matrimoni, che però furono da lei respinti. Il 15 gennaio 1559 Elisabetta fu incoronata Regina d'Inghilterra e d'Irlanda nell'Abbazia di Westminster.

 

 

 

L'inizio del loro regno:

I primi anni del loro regno furono segnati da leggi, dal contenimento della fede cattolica con la subordinazione della Chiesa sotto la corona e dalle riforme economiche. Inoltre, l'Inghilterra era ancora in guerra con la Francia, che potrebbe essere risolto con la pace di Cateau-Cambrésis il 3 aprile 1559, quando l'Inghilterra finalmente rinunciò ai suoi possedimenti sulla terraferma francese ed è stato compensato finanziariamente dalla Francia. Con questo denaro Elisabetta riuscì anche a ripagare i debiti dello Stato e quindi a rilanciare l'economia.

Negli anni '60, sotto la guida di Sir John Hawkins, la marina inglese fu notevolmente ampliata. Questo ha aperto la strada alla pretesa dell'Inghilterra di essere un'importante potenza marittima.

 

 

 

Relazioni con Robert Dudley e Maria Stuart:

Il suo amico d'infanzia Robert Dudley e la regina scozzese Maria Stuart hanno giocato un ruolo speciale durante il regno di Elisabetta.

 

Signore Robert Dudley

Signore Robert Dudley

 

Il rapporto esatto tra Elisabetta e Robert non è più chiaro oggi. Tuttavia, si presume che i due avevano un rapporto, dal momento che Elisabetta aveva grandi sentimenti per l'uomo. Quando la moglie di Robert Amy Robsart si ammalò, ci fu persino una speculazione su un matrimonio tra i due, che fu giudicato molto negativo dai consulenti ed Elisabetta fu fortemente sconsigliata. Nel 1560 Amy è stato trovato morto sulle scale della sua casa, le speculazioni su una morte con l'aiuto di Robert ha fatto i giri, non ha potuto essere trovata alcuna prova, ma l'incidente distrutto piani di nozze tra Robert ed Elisabetta.

Quando la stessa Elisabetta si ammalò di vaiolo nell'ottobre del 1562 e nessuno poteva prevedere se la regina sarebbe sopravvissuta alla malattia, scoppiò un contenzioso sulla sua successione al trono. Fino ad allora Elisabetta non era né sposata né aveva figli. Era anche l'ultimo membro della famiglia Tudor ancora vivo, quindi non c'era un successore legittimo. Quando Elisabetta si risvegliò brevemente dal suo coma, ordinò a Robert Dudley di governare l'Inghilterra come Lord Protector e di succedergli in caso di morte. Poco dopo, tuttavia, Elisabetta si riprende dalla malattia e può continuare a governare se stessa. Anche se le è stato fortemente consigliato di sposarsi e avere figli, ha abilmente ignorato questo.

Per regolare la sua successione al trono, Elisabetta propose alla regina scozzese Maria Stuart nel 1563 di sposare Robert Dudley. Come incentivo speciale per il matrimonio, Elisabetta Maria assicurò che in occasione di un matrimonio e di un bambino la successione al trono sarebbe stata trasferita a questo trasferimento. Dopo lo scetticismo iniziale, Maria finalmente accettò. Tuttavia, un matrimonio non ha avuto luogo perché Robert si è rifiutato di sposarlo.

 

Maria Stuarda, Regina di Scozia

Maria Stuarda, Regina di Scozia

 

 

 

L'eliminazione di Maria Stuarda come erede al trono:
Dopo che i signori scozzesi iniziarono una rivolta nel 1567, Maria fu arrestata al castello di Loch Leven e costretta ad abdicare. Il 2 maggio 1568 riuscì a fuggire dal castello e cercò di combattere la rivolta con il suo esercito. Tuttavia, dopo che il suo esercito fu schiacciato il 13 maggio 1568, Maria dovette fuggire in Inghilterra e porsi sotto la protezione di Elisabetta.

Tuttavia, questo ha messo Elisabetta in una situazione politica precaria, perché il matrimonio di suo padre con Anne Boleyn non era mai stato legittimato dal Papa, quindi Elisabetta non aveva nemmeno diritto al trono. Maria, come pronipote di Enrico VII, però, ebbe una pretesa e volle farla valere, anche se timidamente. Fu così che Elisabetta fece arrestare Maria il 19 maggio 1568 con il pretesto della complicità nell'omicidio del marito di Maria Lord Henry Darnley.

Un'indagine ordinata dell'ottobre 1568 e del gennaio 1569 a York, portò come prova della complicità solo le cosiddette lettere a cassetta, che furono presentate dai nobili scozzesi. Tali lettere avrebbero dovuto contenere elementi probatori a sostegno della complicità. Durante un esame, le lettere furono trovate autentiche, ma Elisabetta non riuscì ancora a convincersi di essere stata condannata, così Maria fu lasciata in prigione.

Quando il Papa venne a conoscenza dell'arresto di Maria, il 25 febbraio 1570 ritirò ufficialmente la pretesa di Elisabetta al trono e minacciò di scomunicare i cattolici inglesi se continuassero a giurare fedeltà a Elisabetta. Questo portò alla cosiddetta cospirazione di Ridolfi, in cui Elisabetta fu assassinata e sostituita da Maria Stuarda. Questa cospirazione fu sostenuta dalle truppe spagnole e francesi e dall'inglese Thomas Howard, il 4° Duca di Norfolk, che volle sposare Maria in seguito. Tuttavia, Howard fu arrestato il 7 settembre 1571 e giustiziato nel giugno 1572. Inoltre, il parlamento inglese ha infine esortato Elisabetta ad eseguire Maria. Maria fu poi condannata a morte anche in un atto d'accusa il 25 ottobre 1586 per aver partecipato ad una cospirazione, e fu poi giustiziata l'8 febbraio 1587.

 

La regina Elisabetta I d'Inghilterra intorno al 1580

La regina Elisabetta I d'Inghilterra intorno al 1580

 

 

 

La guerra con la Spagna:

Durante il regno di Elisabetta l'Inghilterra era in guerra con la Spagna. Nel 1572 Elisabetta era persino pronta a stringere un'alleanza con la Francia per mettersi in una posizione politica migliore nei confronti della Spagna. Questo fu realizzato anche nel 1581 attraverso il matrimonio con il duca di Alençon François Hercule de Valois, fratello minore del re di Francia Enrico III. Tuttavia, poiché il duca morì nel 1584, non fu possibile contrarre un matrimonio.

Nonostante il moderato successo nella costruzione di un'alleanza contro la Spagna con la Francia, Elisabetta fu in grado di mostrare un certo successo militare contro la Spagna. Il capitano Francis Drake ebbe particolare successo con l'aiuto di una lettera di marche dei re inglesi, nella quale attaccò ripetutamente navi mercantili spagnole cariche d'oro e d'argento delle colonie spagnole dell'America del Sud mentre tornavano a casa.

Nel 1585 la marina inglese riuscì addirittura a fondare la prima colonia d'America. In onore della regina si chiamava Virginia, ma dovette essere abbandonata poco dopo la sua fondazione a causa della guerra con la Spagna.

A causa dei continui attacchi di Francis Drake e dell'esecuzione di Maria Stuart nel 1587, Filippo II, incoronato re, fu costretto a intraprendere un'azione militare più forte contro l'Inghilterra. Il suo piano era quello di costruire una grande forza navale e lanciare un'invasione del sud dell'Inghilterra. Lo sviluppo della marina in Inghilterra non è stato ignorato. Ad esempio, Francis Drake propose alla regina di compiere un cortese attacco alle navi che giacciono in porto con le sue navi, fermando o ritardando così la costruzione della marina spagnola e il conseguente pericolo di un'invasione. Elisabetta accettò e Drake salpò dall'Inghilterra a Cadice il 2 aprile 1587. Il 19 aprile 1587 raggiunse il porto spagnolo e fece saccheggiare i suoi soldati e dare fuoco alle navi nemiche. 24 navi potrebbero essere distrutte e la prevista invasione degli spagnoli potrebbe subire notevoli ritardi.

Un anno dopo, nel 1588, però, Filippo II aveva ricostruito la sua marina con 130 navi e la lasciò navigare per l'invasione dell'Inghilterra. Il primo obiettivo dell'Armada spagnola fu l'Olanda, dove la flotta avrebbe ricevuto un esercito d'invasione sotto il comando di Alessandro Farnese. Dovremmo continuare fino all'isola di Wight, dove si dovrebbero costruire una base e un porto per un'ulteriore invasione. Ma gli scout inglesi scoprirono l'Armada al largo delle coste di Plymouth il 19 luglio 1588 e la Marina inglese sotto il comando di Francis Drake e Sir Charles Howard vi si avvicinò. A causa del fatto che le navi inglesi erano più veloci e agili di quelle spagnole, sorse una situazione di stallo durante la battaglia navale emergente, durante la quale gli spagnoli successivamente abbandonarono il loro piano di occupare l'isola di Wight e ancorarono le navi vicino alla città francese di Calais.

Sdraiato all'ancora con la flotta spagnola, Drake vide la sua possibilità e scatenò incendi (piccole navi incendiate) sull'Armada. Questo ha dovuto alzare le ancore e lasciare la zona senza la prevista ammissione di altri soldati per l'invasione. Il comandante degli spagnoli, Duca di Medina Sidonia, decise allora di allontanare l'invasione e riportò l'Armada lungo le coste della Scozia e dell'Irlanda verso la Spagna. Ma sulla via del ritorno le navi sono entrate in una tempesta pesante, in modo che la flotta ha perso circa 60 navi. L'invasione dell'Inghilterra fu così di nuovo ostacolata.

 

Il ritratto dell'Armada è stato dipinto nel 1588 in reazione alla vittoria sull'Armada spagnola. La mano appoggiata sul globo simboleggia il potere internazionale di Elisabetta

Il ritratto dell'Armada è stato dipinto nel 1588 in reazione alla vittoria sull'Armada spagnola. La mano appoggiata sul globo simboleggia il potere internazionale di Elisabetta

 

Dopo la grave sconfitta degli spagnoli, l'Inghilterra ha cercato di vincere l'iniziativa e Drake è stato dato il comando di una flotta d'invasione inglese. L'obiettivo era affondare le altre navi da guerra spagnole, sbarcare in Portogallo e Spagna ed espellere Filippo II. Tuttavia, questa impresa fallì nel 1589 e diede a Philipp l'opportunità di ricostruire la sua marina, questa volta ancora più grande di prima. Inoltre, gli spagnoli hanno ottenuto alcuni successi militari contro le navi inglesi. Nel 1595 combatterono un'incursione nei Caraibi di Francis Drake e John Hawkins, entrambi uccisi. Nel 1595, sotto la guida di don Carlos de Amésquita, gli spagnoli riuscirono a portare a terra alcuni soldati nei pressi di Penzance, nel sud-ovest dell'Inghilterra, che saccheggiarono villaggi e città della zona e poi si ritirarono. Il peso militare era minore, ma il messaggio all'Inghilterra era chiaro.

 

 

 

La rivolta degli irlandesi:

Dal 1593 gli irlandesi sotto la guida di Hugh O'Neill iniziarono una rivolta contro le forze di occupazione inglesi. Questa rivolta ha causato grandi perdite alle truppe inglesi, e il paese è diventato pesantemente indebitato di nuovo e la reputazione della regina Elisabetta è diminuita tra la popolazione.

 

 

 

Il Putsch bollito (La cospirazione dell'Essex):

Robert Devereux fu il 2° Conte dell'Essex e figlio di Robert Dudleys e di sua moglie Lettice Knollys. Dal 1588 ricoprì la carica di colonnello e dal 1589 quella di cavaliere dell'Ordine delle Garterie. E' stato anche responsabile della repressione della rivolta in Irlanda, dove gli è stato ordinato di tornare a Londra dopo battaglie in perdita e un cessate il fuoco dannoso per l'Inghilterra. Lì cadde in disgrazia con la regina Elisabetta a causa dei suoi fallimenti militari e fu agli arresti domiciliari. Durante questo periodo cominciò a sfruttare la sua popolarità e incitare il popolo contro la regina. Di conseguenza, fu convocato alla regina il 7 febbraio 1601, ma ignorò la richiesta e chiese un colpo di Stato. L'8 febbraio 1601 si riunì con diverse centinaia di seguaci a Londra e volle portare la città sotto il suo controllo. Con l'avvicinarsi dell'esercito inglese, gli uomini si trincerarono in edifici. Robert Devereux è stato arrestato e condannato a morte con l'accusa di tentato colpo di Stato. L'esecuzione ebbe luogo il 25 febbraio 1601 nella Torre di Londra.

 

Robert Devereux, 2° Conte dell'Essex

Robert Devereux, 2° Conte dell'Essex

 

 

La morte di Elisabetta:

Elisabetta si ammalò nel febbraio 1603 e soffrì di debolezza e mancanza di sonno. Fisicamente indebolita, morì il 24 marzo 1603 all'età di 69 anni e fu successivamente sepolta nell'abbazia di Westminster accanto alla sorellastra Maria.

Si legge l'iscrizione latina sulle sue lapidi:
REGNO CONSORTES & VRNA HIC OBDOR MIMVS ELISABETHA ET MARIA SORORES IN SPE RESVRRECTIONIS

in italiano:
Compagne sia in trono che in sepolcro, qui noi sorelle, Elisabetta e Maria, riposiamo nella speranza della risurrezione

 

Tomba di Elisabetta I.

Tomba di Elisabetta I.

 

Giacobbe VI di Scozia, figlio di Maria Stuart, successe poi al trono. Solo poche ore dopo la morte di Elisabetta, fu incoronato Re d'Inghilterra e di Scozia, facendone il primo sovrano di entrambi i paesi.

 

 

 

 

 

This post is also available in: deDeutsch (Tedesco) enEnglish (Inglese) frFrançais (Francese) zh-hans简体中文 (Cinese semplificato) ruРусский (Russo) esEspañol (Spagnolo) arالعربية (Arabo)


I commenti sono chiusi

error: Content is protected !!