Robert E. Lee

Robert E. Lee fu il generale di maggior successo delle Forze Armate Confederate durante la guerra civile americana. Con la sua nuova tattica militare, le unità più piccole e subordina più libertà d'azione e le proprie decisioni di lasciare, è riuscito ad esso con il suo personale e materialmente inferiore esercito tuttavia per ottenere importanti vittorie.

 

 

Origine e adolescenza:

Robert Edward Lee nacque il 19 gennaio 1807 nella Stratford Hall Plantation in Virginia come figlio di una famiglia antica e molto rispettata. Suo padre Henry Lee aveva già combattuto nella guerra d'indipendenza americana e vi aveva acquisito un certo rum e un certo riconoscimento.

 

Piantagione Stratford-Hall

Piantagione Stratford-Hall

 

Poiché la famiglia non disponeva di mezzi finanziari sufficienti, solo il fratello di Robert fu mandato all'università di Havard. Roberto, invece, fu insegnato nella scuola privata di Alessandria d'Egitto in Virginia e preparato per l'accademia militare.

 

 

 

Ingresso nell'esercito statunitense:

Nel 1825, all'età di 18 anni, Robert entrò nell'accademia militare a West Point, New York. Durante gli studi incontrò anche i successivi generali confederati Albert S. Johnston e Joseph E. Johnston e il successivo presidente confederato Jefferson Davis.

Nel 1829 terminò la sua formazione come secondo migliore del suo anno, in seguito fu promosso tenente e assegnato al corpo dei pionieri. Ha servito 17 mesi a Fort Pulaski sull'isola di Cockspur prima di essere trasferito a Fort Monroe in Virginia.

Dal 1834 al 1837 fu attivo a Washington D. C. nello staff dell'Ispettore dei Pionieri fino al 1837 quando ricevette il suo primo comando come tenente. Con questo grado supervisiona i lavori nel porto di St. Louis, dopo il cui completamento Robert fu promosso capitano e nel 1841 rilevò i lavori delle fortificazioni di Fort Hamilton, New York.

 

Robert E. Lee

Robert E. Lee

 

Nella guerra messicano-americana dal 1846 al 1848, Robert si distinse per la sua abilità tattica nel lavoro di ricognizione nello staff del generale Winfield Scott. Così ha usato l'artiglieria americana in luoghi militarmente significativi dal punto di vista tattico e ha sorpreso così spesso le truppe messicane in avvicinamento. Durante la guerra combatteva nelle battaglie di Chapultepec, Contreras, Cerro Gordo e Churubusco.

Dopo la guerra con il Messico, Robert supervisionò la costruzione di Fort Carroll nel porto di Baltimora nel Maryland fino al 1851. Nel 1852 assunse l'incarico di direttore dell'Accademia Militare Americana a West Point, New York, fino al 1855 quando fu promosso tenente colonnello e divenne vice comandante del 2° Reggimento di Cavalleria degli Stati Uniti. Con questa unità era di stanza al confine con il Texan per proteggere la popolazione civile dagli attacchi delle tribù indiane.

Quando, a causa della secessione, alcuni Stati si separarono dall'Unione e si unirono per formare la Confederazione, Robert fu ordinato di nuovo a Washington, dopo che anche il Texas si era diviso, promosso colonnello e posto sotto il suo comando il 1° reggimento di cavalleria statunitense.

 

 

 

La guerra civile americana:

4 giorni dopo che le truppe confederate spararono a Fort Sumter e iniziò la guerra civile, a Robert fu offerto il comando dell'Esercito del Nord. Roberto rifiutò l'offerta perché le sue radici erano nell'ormai confederata Virginia e aveva deciso di ritornarvi. Restituì la licenza di ufficiale il 23 aprile 1861 e viaggiò verso sud.

Una volta in Virginia, gli fu dato il comando dell'Esercito della Virginia e contemporaneamente fu promosso a Brigadiere Generale. Dopo la prima vittoria della Confederazione, Robert è stato promosso nuovamente, questa volta ad un generale a 4 stelle.

Nell'autunno del 1861, guidò il suo primo comando nella battaglia di Cheat Mountain. Per la prima volta ha usato la sua nuova tattica per dare ai suoi subordinati maggiore libertà di azione e decisione. Poiché questa tattica era nuova, tuttavia, alcuni dei suoi subordinati erano sopraffatti e non si poteva vincere. Robert è riuscito a tenere solo la parte anteriore.

Fu solo a metà del 1862 che si affermarono le sue tattiche. Dopo aver preso il comando dell'Esercito della Virginia del Nord dal generale Joseph E. Johnston ferito, riuscì a espellere le truppe dell'Unione dalla penisola della Virginia durante i 7 giorni di battaglia. Anche nella seconda battaglia alla corsa della Bolla riuscì ad affermarsi contro il Maggiore Generale Giovanni Papa degli Stati del Nord. Con le battaglie su South Mountain e su Harpers Ferry, Robert portò la battaglia negli stati del nord, ma dovette ritirarsi a causa delle sue alte perdite.

 

Il generale Robert Edward Lee, comandante in capo dell'esercito della Virginia del Nord

Il generale Robert Edward Lee, comandante in capo dell'esercito della Virginia del Nord

 

Fu solo nella battaglia di Gettysburg in Pennsylvania nel luglio 1863 che Robert fu sconfitto di nuovo.

All'inizio del 1864 Ulysses S. Grant assunse il comando dell'esercito settentrionale e si assicurò con i suoi continui attacchi che Robert non potesse più prendere l'iniziativa e che da allora in poi fosse solo sulla difensiva. L'obiettivo di Grant era quello di usare i suoi attacchi per drenare l'esercito di Robert e costringere il Sud alla pace.

 

Il generale Robert E. Lee

Il generale Robert E. Lee

 

Dal giugno 1864 all'aprile 1865, gli attacchi di Grant terminano con l'assedio di Pietroburgo, in cui le truppe di Lee si trincerano. Nel corso dell'assedio Grant potrebbe estendere sempre più la linea del fronte a causa della sua superiorità personale. Lee ha dovuto espandere sempre di più anche le sue truppe, ma allo stesso tempo stava diradando le sue sezioni frontali. Quando si rese conto di non poter più fermare Pietroburgo con i suoi soldati, fece evacuare la città il 25 marzo 1865 e rinunciò anche alla difesa della capitale confederata Richmond.

Lee partì con i suoi soldati verso ovest per unirsi all'esercito confederato del Tennessee del generale Joseph E. Johnston. Lungo la strada, le sue truppe erano circondate da quelle dell'Unione. Poiché Lee non riuscì né ad ottenere un'evasione dal calderone né una vittoria, il 9 aprile 1865 capitolò nel villaggio di Appomattox Court House in Virginia.

Durante la resa Lee ha concesso al generale Grant il suo onore per se stesso e per i suoi soldati per smettere di combattere contro il nord. In cambio, ha ricevuto una garanzia dalla General Grant di non essere processato dalle autorità degli Stati del nord. Lee è stato poi in grado di tornare a casa.

 

 

 

La fine della vita di Robert E. Lee:

Dopo la resa dell'esercito della Virginia del Nord, i soldati sono stati in grado di tornare a casa con la parola d'onore del generale Lee al generale Grant. Il 29 aprile 1865, il presidente Johnson permise loro di riconquistare i loro diritti civili giurando fedeltà agli Stati Uniti. La maggior parte degli ex soldati dell'esercito confederato ha presentato amnistie, così come Robert Lee. Tuttavia, la sua domanda non è stata trattata dal Segretario di Stato americano William H. Seward, ma è stata depositata, poiché egli presumeva che Lee´s avrebbe già trattato la domanda. Quindi a Robert Lee fu negata l'amnistia fino alla fine della sua vita. Solo nel 1970, quando un dipendente dell'Archivio Nazionale ha ritrovato la richiesta, il presidente Gerald Ford ha potuto accoglierla successivamente nel 1975.

Lo stesso Robert Lee assunse la carica di Presidente del Washington College a Lexington, Virginia, il 2 ottobre 1865. Sotto la sua guida, la scuola è stata la prima negli Stati Uniti ad offrire corsi di business, giornalismo e spagnolo.

Robert Edward Lee morì il 12 ottobre 1870 a Lexington per una malattia cardiaca e fu sepolto nella tomba della famiglia Lee nel campus della Washington and Lee University. Nel 1873 sua moglie Mary Anna Randolph Custis Lee lo seguì.

 

 

 

Famiglia:

Durante un congedo in casa nel 1830 Robert incontrò Mary Anna Randolph Custis, pronipote di Martha Washington. Contrariamente alle obiezioni del padre George Washington Parke Custis, che disapprovava il basso reddito finanziario di Robert, il matrimonio avvenne il 30 giugno 1831. 4 figlie e 3 figli risultavano dal matrimonio.

 

Mary Custis Lee, 1854

Mary Custis Lee, 1854

 

I suoi figli hanno prestato servizio anche nelle forze armate dell'esercito americano e dell'esercito confederato:
- George Washington Custis Lee e William Henry Fitzhugh Lee come Maggiore Generale della Cavalleria.
- Robert Edward Lee Junior come capitano d'artiglieria

 

 

 

 

 

This post is also available in: deDeutsch (Tedesco)enEnglish (Inglese)frFrançais (Francese)zh-hans简体中文 (Cinese semplificato)ruРусский (Russo)esEspañol (Spagnolo)arالعربية (Arabo)

I commenti sono chiusi

error: Content is protected !!