Corazzata Iéna

La corazzata Iéna fu una delle prime corazzate francesi, derivata dalle navi della classe di Charlemagne e apparteneva alle poche corazzate che non parteciparono alla Prima Guerra Mondiale.

 

Lancio e progettazione:

La costruzione delle corazzate della classe Charlemagne iniziò nel 1894, ma anche prima del suo completamento divenne chiaro che i servizi erano inadeguati. Il Conseil des travaux, responsabile della costruzione delle corazzate, ordinò allora un progetto basato sulle navi della classe Charlemagne, ma con l'obiettivo di evitare le debolezze.

Il capo progettista responsabile Thibaudier ha finalmente adottato il concetto di base delle navi, poi ha aumentato il numero di cannoni medio-pesanti e ha anche fatto rinforzare l'armatura della nave. Le 700 tonnellate supplementari dovevano essere distribuite sulla nave per compensare l'instabilità della classe di Charlemagne.

La nave presentata aveva infine una lunghezza di 122,35 metri, una larghezza di 20,83 metri e un pescaggio massimo di 8,45 metri. L'armatura aggiuntiva ha aumentato il peso a 12.105 tonnellate.

L'armamento principale rimaneva con 4 cannoni da 305 mm, ciascuno alloggiato in due doppie torrette a poppa e a prua della nave. L'artiglieria centrale era composta da 8 cannoni da 164 mm e 8 cannoni da 100 mm, ciascuno alloggiato in torrette individuali. Inoltre, sono state montate pistole 16 x 47 mm e 4 tubi siluro da 450 mm.

L'armatura rinforzata consisteva interamente in acciaio Harvey e aveva uno spessore fino a 320 mm sulla cintura della nave. Il ponte aveva armature di 80 mm di spessore, i cannoni principali fino a 318 mm e le torrette dell'artiglieria centrale fino a 200 mm.

Tre motori a vapore a tripla espansione verticale, ciascuno dei quali aziona una vite, servivano come azionamento. La potenza richiesta di 16.500 PS è stata fornita da 20 caldaie a tubi d'acqua Belleville, consentendo alla nave di raggiungere una velocità massima di 18,11 nodi.

L'Iéna fu lanciata il 1° settembre 1898 e commissionata il 14 aprile 1902.

 

 

Corazzata Iéna

Corazzata Iéna

 

 

 

Storia di Iéna:

Dopo la messa in servizio e le prove di prova, l'Iéna fu assegnato alla seconda squadra della Divisione Mediterraneo il 14 aprile 1902. Il viaggio verso il nuovo porto d'origine di Tolone è iniziato il 19 aprile, ma ci sono stati problemi con l'equipaggiamento di governo già in viaggio, cosicché la nave ha dovuto recarsi al molo per la riparazione non appena è arrivata al porto.

La nave ha poi partecipato alle manovre annuali e ai viaggi di andata e ritorno verso i porti della Francia meridionale e del Nord Africa.

L'unico dispiegamento significativo dell'Iéna avvenne nell'aprile 1906, quando il vulcano Vesuvio eruttò in Italia vicino a Napoli e le navi provenienti da Gran Bretagna, Francia, Austria-Ungheria e dall'Impero tedesco sostennero ed evacuarono la popolazione.

Il 4 marzo 1907, la nave doveva entrare a Tolone per la manutenzione e la riparazione. Il 12 marzo si sono verificate gravi esplosioni notturne della nave, che hanno danneggiato non solo la nave stessa, ma anche il bacino di carenaggio e l'ambiente circostante. Poiché la nave si trovava in un bacino di carenaggio, l'area non poteva essere allagata per limitare la distruzione. Anche se la corazzata adiacente Patrie ha sparato una granata al cancello del bacino di carenaggio, è rimbalzata. Solo più tardi è stato possibile allagare il molo. Nell'indagine successiva si è scoperto che i propellenti delle granate si erano accesi e quindi hanno innescato le esplosioni. Un incidente simile avvenne nel 1911 sulla corazzata Liberté. L'incidente è costato 120 vite, di cui 2 civili uccisi da frammenti volanti.

 

 

Corazzata Iéna nel marzo 1907

 

 

 

Ubicazioni:

Nel corso delle successive indagini sui danni, è emerso che l'intero impianto motore era stato distrutto e che anche lo scafo in quest'area era stato completamente aperto. Secondo le prime stime, il costo di una riparazione sarebbe stato di circa 7 milioni di franchi e il periodo sarebbe stato di 2 anni. Il ministero francese della Marina ha quindi deciso di non riparare la nave, in quanto i costi sarebbero stati troppo elevati e la nave era già considerata obsoleta.

Per poterla ancora utilizzare, sono stati rimossi tutti gli impianti ancora funzionanti e sono stati rimossi tutti gli impianti importanti, la nave è stata rimorchiata all'Île des Porquerolles e utilizzata come nave bersaglio.

Dopo diversi tentativi con nuove munizioni perforanti la nave stava per affondare. Fu quindi rimorchiato in acque più profonde, dove affondò il 2 dicembre 1909.

Nel 1912 i diritti furono venduti per la rottamazione e il relitto fu gradualmente recuperato e demolito fino al 1927.

 

 

 

Dati della nave:

Nome:  

Iéna

Terra:  

Francia

Tipo di nave:  

Corazzata

Classe:  

Nave singola

Cantiere navale:  

Brest Arsenal

Costi di costruzione:  

sconosciute

Varo:  

1 settembre 1898

Messa in servizio:  

14 aprile 1902

Ubicazioni:  

Il 12 marzo 1907 gravemente danneggiato dalle esplosioni nel bacino di carenaggio, poi utilizzato come nave bersaglio fino al 2 dicembre 1909

Lunghezza:  

122,35 metri

Larghezza:  

20,83 metri

Bozza:  

Massimo 8,45 metri

Dislocamento:  

Massimo 12.105 tonnellate

Guarnigione:  

701 uomini

Guida:  

20 Caldaia a tubi d'acqua Belleville

3 Macchine a tripla espansione verticale

Potere:  

16.500 PS (12.300 kW)

Velocità massima:  

18 nodi (33 chilometri all'ora)

 

Armamento:

 

4 × 305 mm Pistole

8 × 164 mm Pistole

8 × 100 mm Pistole

16 × 47 mm Pistole

4 × 450 mm Tubi siluro

Corazza:  

Nastro: fino a 320 mm
Ponte: fino a 80 mm
Pistole principali: 318 mm
Torri: 200 mm

 

 

 

 

 

This post is also available in: deDeutsch (Tedesco) enEnglish (Inglese) frFrançais (Francese) zh-hans简体中文 (Cinese semplificato) ruРусский (Russo)

I commenti sono chiusi

error: Content is protected !!