I Cavalieri Templari

Durante la prima crociata, alla fine dell'XI secolo, l'esercito cristiano conquistò parti del Medio Oriente. Dopo la vittoria, i pellegrini divisero i territori e sorsero stati più piccoli come la contea di Edessa in Armenia, il Principato di Antiochia in Siria o il Regno di Gerusalemme.

Poco dopo, la città di Gerusalemme si sviluppò come uno dei più importanti luoghi di pellegrinaggio della fede cristiana. La via del mare era aperta, ma il viaggio era costoso, tanto che i pellegrini più poveri avevano a disposizione solo la via di terra. Questo naturalmente attirato molti ladri e anche i piloti dei Seljuks sconfitti, che hanno attaccato, derubato e ucciso i pellegrini.

Per questo motivo e per proteggere i territori conquistati, all'inizio del XII secolo, probabilmente tra il 1118 e il 1121, fu fondata dai possibili padri fondatori Hugo di Payn, Gottfried di Saint-Omer e altri sette cavalieri francesi dell'Ordine dei Cavalieri Templari.
Il primo nome dell'ordine è stato: Paupere Militie Christi (Poveri Cavalieri di Cristo), solo quando il nuovo re di Gerusalemme Balduino II lasciò all'Ordine gli edifici del suo antico palazzo sul Monte del Tempio, nel 1119, l'Ordine divenne membro dell'Ordine: Pauperes commilitones Christi templique Salomonici Hierosalemitanis (Poveri Cavalieri di Cristo e del Tempio di Salomone a Gerusalemme) ridefinita.
A causa della sistemazione sul Monte del Tempio, i nomi comuni Templari, Cavalieri Templari, Cavalieri Templari e Cavalieri Templari sono stati creati..

I Cavalieri Templari furono anche il primo ordine per combinare gli ideali di cavalierato, altrimenti strettamente separati, con quelli dei monaci. Così l'ordine fu anche direttamente sotto il Papa fino alla sua distruzione nel 1312.

 

Sigillo e motto:

Come con quasi tutte le organizzazioni, associazioni o simili, i Cavalieri Templari avevano il loro simbolismo e detti:

Questo era il motto dell'ordine:

„Non nobis Domine, non nobis, sed nomini tuo da gloriam!“

„Non noi, o Signore, non noi, ma dona gloria al Tuo Nome.“

Psalm 115,1

Le prime guarnizioni recavano l'iscrizione:

„SIGILLUM MILITUM CHRISTI DE TEMPLO“

„Sigillo dei soldati di Cristo dal tempio“

Il sigillo più noto, accanto alla croce zampa (croce rossa su sfondo bianco) è quello del toro maestro con 2 cavalieri armati in sella. Questo sigillo è stato utilizzato per i visitatori dell'ordine in Europa, tuttavia l'interpretazione del cavaliere 2 è controversa fino ad oggi. Da un lato, potrebbe riferirsi al voto di povertà quando si entra nell'ordine, alla fratellanza dei cavalieri dell'ordine o anche ai due ideali dell'ordine, il cavalierato e i monaci.
Quando l'ordine è stato violato, questo sigillo è stato inteso dal pubblico ministero come espressione dell'orientamento omosessuale dell'ordine e aggiunto alle prove.

 

 

Sigillo Templare

 

pattuglia incrociata

 

Cavaliere Templari

 

 

 

Struttura interna dell'Ordine:

Sebbene concepita all'epoca della sua fondazione come un'organizzazione alla quale ogni uomo libero potesse aderire, si formò ben presto una gerarchia orientata verso il sistema medievale dei possedimenti.

  1. vicari erano il clero, che per tutto il giorno ha tenuto i cinque servizi obbligatori per tutti i membri dell'ordine e ha confessato. Questo piccolissimo gruppo occupava le posizioni più alte nella gerarchia dell'Ordine, al di sotto dei dignitari e degli ufficiali dell'Ordine (ad esempio i comitati regionali e locali) e godeva di alcuni privilegi. Un cappellano del rango di vescovo indossava un mantello bianco, i cappellani sotto questo rango indossavano cappotti neri o marroni.
  2. cavalieri sempre provenivano dalla nobiltà e devono aver ricevuto il riconoscimento prima di entrare nell'ordine. Erano gli unici ad avere il mantello bianco sulle loro gonne nere o marroni (oltre ai cappellani di rango vescovile o superiore) e tre cavalli (un caricabatterie, un cavallo da cavallo e un cavallo da soma). Tuttavia, quattro cavalli di razze selezionate erano a disposizione di dignitari e funzionari. I fratelli cavalieri dovevano portare con sé il loro completo e costosissimo equipaggiamento (in particolare le catene e i cavalli). Si impegnarono a vita e, dopo un periodo di prova, presero i voti del
    castità, obbedienza, rinuncia ai beni personali e protezione dei pellegrini sul loro cammino.
  3. brigadieri (sarjanz de mestier / servienten) o fratelli in servizio, sono stati divisi in fratelli armati, che hanno combattuto come la cavalleria leggera, e fratelli di lavoro, che ha fornito il lavoro (fabbro, sellaio, agricoltura). Indossavano un cappotto scuro (nero se disponibile a livello regionale, altrimenti marrone scuro) e aveva un cavallo.
  4. carriole sostenuto i cavalieri in battaglia. Indossavano un cappotto scuro (nero, se disponibile a livello regionale, altrimenti marrone scuro).

Nei possedimenti dell'Oriente e della Spagna cappellani e fratelli combattenti erano numerosi, nelle commanderie dell'Occidente piuttosto rari.

Inoltre si potrebbe appartenere all'ordine in altre forme:

  1. milites ad terminum erano cavalieri assegnati all'ordine come fratelli combattenti in tempo
  2. Turkopolen servì i Templari come mercenari. Erano cristiani di Terra Santa che combattevano in stile saraceno (d. h. come cavalleria leggera con arco e freccia o come fanteria).
  3. fratres ad succurendum erano laici che si unirono all'ordine sul letto di morte per la salvezza della loro anima.
  4. Donates si diedero (e parte dei loro beni) all'Ordine. Il dono di solito è entrato in vigore solo in età avanzata, in modo che possa essere visto come una sorta di precauzione, anche per la salvezza dell'anima.
  5. Confratres sono stati sponsor materiali dell'Ordine, che hanno beneficiato soprattutto della reputazione dell'Ordine. Questo potrebbe anche essere delle donne.

 

L'ordine era guidato dai Gran Maestri eletti dai fratelli:

  • Großkomtur, che aveva la supervisione del tesoro dell'ordine, la difesa e l'amministrazione di un accordo di ordine, il cosiddetto Kommende (anche Commandery)
  • Großmarschall, che era responsabile delle armi e della guerra
  • Großspitter, le cui responsabilità erano degli ospedali dell'ordine
  • der Firmariearzt, che era responsabile dell'assistenza infermieristica
  • Großtappir, che si occupava dei vestiti
  • Drapier, direttore amministrativo
  • Tressler per la contabilità finanziaria

 

 

Elenco Maestri:

Numero Nome: Il mandato ha inizio: Il mandato termina: Nota:
1 Hugues de Payns 1118/19 24. maggio 1136 defunto
2 Robert de Craon giugno 1136 13. gennaio 1147 defunto
3 Everard des Barres gennaio 1147 diminuzione 1152 dimissioni
4 Bernard de Tronelai 1152 16. agosto 1153 defunto
5 André de Montbard 14. agosto 1153 17. gennaio 1156 defunto
6 Bertrand de Blanquefort ottobre 1156 2. gennaio 1169 defunto
7 Philippe de Milly 27. gennaio 1169 avvento 1171 dimissioni
8 Eudes de Saint-Amand aprile 1171 19. ottobre 1179 defunto
9 Arnaud de Toroge 1179 30. settembre 1184 defunto
10 Gérard de Ridefort ottobre 1184 1. ottobre 1189 defunto
11 Robert de Sablé codino 1189 13. gennaio 1193 defunto
12 Gilbert Hérail febbraio 1193 20. dicembre 1200 defunto
13 Philippe du Plessiez avvento 1201 12. novembre 1209 defunto
14 Guillaume de Chartres 1210 26. agosto 1218 defunto
15 Pedro de Montaigu 1219 1232 defunto
16 Armand de Périgord 1232 20. ottobre 1244 prigionia
17 Richard de Bures 1244 1247 defunto
18 Guillaume de Sonnac 1247 aprile 1250 defunto
19 Renaud de Vichiers luglio 1250 1256 defunto
20 Thomas Bérard 1256 25. marzo 1273 defunto
21 Guillaume de Beaujeu 13. marzo 1273 18. maggio 1291 defunto
22 Thibaud Gaudin agosto 1291 16. aprile 1292 defunto
23 Jacques de Molay maggio 1292 18. marzo 1314 Eseguito

 

 

 

Regole dell'Ordine e Codice di Condotta:

Le prime 72 regole sono basate su una trascrizione del VI secolo di Benedetto da Nursia. Questi sono stati tradotti presto dal latino in francese, dal momento che non tutti i Cavalieri Templari di lingua latina erano potenti.
Nel 1260, l'insieme delle regole era stato esteso a un totale di 686, ma queste riguardavano principalmente il settore militare.

Le 72 regole dell'ordine sono elencate qui di seguito in forma abbreviata:

  1. Come i frati devono partecipare al servizio
  2. Quanti nostri padri frati dovrebbero pregare se non possono partecipare al servizio
  3. Cosa fare dopo la morte di un frate
  4. Cappellani e chierici non ricevono altro che manutenzione e vestiario
  5. Cosa fare in caso di decesso di un agente temporaneo
  6. I Fratelli dell'Ordine non facciano voti
  7. Quando stare in piedi o seduti al servizio
  8. Da un pasto comune
  9. A pranzo e a cena si legge una lettura sacra
  10. Carne per la salute tre volte alla settimana
  11. Informazioni sull'ordine dei pasti
  12. Nei giorni restanti dovrebbero bastare 2 o 3 piatti a base di verdure o altri prodotti.
  13. Quali piatti devono essere serviti il venerdì
  14. Dopo il pasto dicano sempre una preghiera di ringraziamento a Dio
  15. La decima di ogni pagnotta di pane sia sempre data all'operatore caritativo
  16. È a discrezione del maestro far servire ai frati un bicchiere di vino o di acqua davanti al set
  17. Il silenzio deve essere mantenuto dopo il completo. Può essere rotto solo se assolutamente necessario
  18. Le persone in esubero non devono alzarsi per le mattine, ma possono rimanere mentite con il permesso del Maestro
  19. I cavalieri e gli altri frati ricevono lo stesso cibo
  20. Come e in che modo devono essere vestiti i cavalieri e gli altri membri del monastero
  21. I Fratelli che prestano servizio non devono indossare cappotti bianchi
  22. Solo i cavalieri dell'ordine hanno diritto al mantello bianco
  23. Come distribuire i vecchi vestiti ai signorotti, ai fratelli che servono e ai poveri
  24. Dovrebbero avere solo pelli di pecora
  25. Colui che desidera il meglio, riceverà il più semplice
  26. Come dovrebbero essere i vestiti e le scarpe e quanti si dovrebbe avere
  27. Il direttore del guardaroba deve prestare attenzione alla parità di abbigliamento
  28. Della superfluità di capelli, le ganasce Barts e i baffi
  29. Serve il becco scarpe e scarpe di macinazione e la lunghezza dei capi sul non a lungo termine
  30. Dal numero di cavalli e scudieri
  31. Nessuno presumerà di battere il suo scudiero, che serve per amore
  32. Come si ricevono i frati temporanei in servizio
  33. Nessuno uscirà secondo la propria volontà, ma (solo) per comando del Maestro
  34. Nessuno dovrebbe chiedere un cavallo o armi per se stessi personalmente
  35. Dalle redini, staffe e speroni
  36. Non sono ammessi rivestimenti su lance, lance e scudi.
  37. Come devono essere i sacchi per l'alimentazione dei cavalli
  38. L'autorità del Maestro di dare le cose di un uomo ad un altro
  39. Nessun fratello può scambiare le sue cose senza l'ordine del Maestro
  40. Non si pretenda dall'altro che cose insignificanti e solo il fratello del frate
  41. Dalla serratura sulla borsa da equitazione e valigia senza il permesso del padrone di casa
  42. Se un frate può scrivere o ricevere lettere senza permesso
  43. Non è consentito parlare con qualcuno dei propri errori o di quelli altrui
  44. Nessuno può catturare un altro volatile con il volatile
  45. Dovrebbero guardarsi da ogni opportunità di caccia
  46. Non ci sono regole per quanto riguarda il leone
  47. Sentire la sentenza su ogni questione che le viene richiesta (dal tribunale)
  48. Simile deve essere fatto per tutte le cose prese da voi
  49. Tutti i cavalieri professionisti sono autorizzati ad avere terra e persone
  50. Dai cavalieri malati e altri fratelli
  51. Come dovrebbero essere le persone che li assistono
  52. Nessuno deve provocare l'altro alla rabbia
  53. Come trattare con le persone sposate
  54. Non è più permesso avere sorelle
  55. Non è bene avere a che fare con persone scomunicate
  56. Come accogliere i frati nuovi nel gruppo
  57. Quando chiamare tutti i frati per un consiglio
  58. Come pregare
  59. Se è malvagio prestare giuramento a un servo
  60. Come devono essere accolti i ragazzi
  61. Come devono essere onorati gli anziani
  62. se sia utile dare a tutti allo stesso modo cibo e vestiario
  63. Di frati che viaggiano in province diverse
  64. Dieci da aumentare
  65. Di reati minori e gravi
  66. Con quale colpa un fratello non è più accettato (cioè espulso).
  67. Da Pasqua a Ognissanti, un fratello può avere solo una camicia di lino, se lo desidera.
  68. Quanti e quali lenzuola sono necessarie nei letti
  69. Di brontolii da evitare
  70. Non dovrebbero rivolgere la loro attenzione al volto delle donne
  71. Nessuno dovrebbe essere un padrino
  72. Dal regolamento

 

I tre rami principali dell'Ordine:

1. Protezione dei pellegrini

Poiché i pellegrini più poveri non potevano permettersi un viaggio via mare, dovevano viaggiare via terra. A causa dei continui attacchi di ladri e selgiuchi, la vera ragione per la fondazione dell'ordine è stata la scorta dei pellegrini in arrivo.

 

2. Settore militare

La seconda area dell'ordine si occupò della protezione militare delle aree conquistate, della difesa contro i nemici e di alcuni attacchi. Tuttavia, la prima vera operazione militare dell'Ordine durante l'assedio di Damasco nel 1148 si concluse con un disastro quando caddero la maggior parte dei Templari. Dopo il rinfresco delle truppe, i Templari parteciparono a tutte le ulteriori azioni militari. Dopo la caduta dell'ultima capitale cristiana dell'Outremer, il 18 maggio 1291, i Templari poterono rimanere nella loro cittadella per altri 10 giorni fino a quando l'esercito del sultano mameluceno minato e quindi abbattuto.

Le ultime due basi in Medio Oriente, Tortosa e Athlit, furono evacuate in agosto e l'allora isola di Ruad il 28 settembre 1302 a causa della situazione disperata e l'Ordine si ritirò a Cipro.

 

 

Fortezza Atlit

 

Castello di Tortosa

 

 

 

3. Settore economico

Oltre ad accompagnare i pellegrini e le operazioni militari in Medio Oriente, la terza area importante dell'Ordine del Tempio era dedicata alle attività finanziarie. All'inizio, solo il reddito delle commanderie (beni della chiesa o del monastero) doveva essere trasportato dall'Europa ai piccoli stati e paesi del Medio Oriente. I siti Templari non solo servivano a scopi militari, ma anche come casseforti e camere del tesoro. Verso la fine del XII secolo, i money bond divennero un ramo ufficiale dell'attività dei Templari, in cui l'ordine si guadagnò un'ottima reputazione. Inoltre, sono stati sviluppati un tipo separato di lettera di credito, il precursore dei traveller's cheque di oggi, e una tecnica di contabilità avanzata.

Alla fine dell'Ordine, circa 15. 000 membri amministravano i quasi 9. 000 possedimenti dell'Ordine, il cui compito era quello di raccogliere le risorse finanziarie per la conservazione e l'espansione dell'Ordine e delle sue campagne. I due quartieri generali Tempio a Parigi e la Chiesa Tempio a Londra sono probabilmente i più noti. Ma rimane anche in Germania di oggi si possono trovare, per esempio a Berlino Tempelhof, dove l'insediamento dell'ex Tempelhoffe ordine si trovava.

 

 

Tempio a Parigi

 

Chiesa del tempio a Londra

 

Chiesa del tempio a Londra

 

 

 

Di queste, innumerevoli proprietà dell'ordine, rimangono oggi solo il convento fortificato di Cristo a Tomar, in Portogallo, e il castello di Ponferrada, in Spagna.

 

 

Convento de Cristo a Tomar

 

Convento de Cristo a Tomar

 

Castello di Ponferrada in Spagna

 

Castello di Ponferrada in Spagna

 

La proprietà dei Cavalieri Templari in Europa intorno al 1300

La proprietà dei Cavalieri Templari in Europa intorno al 1300

 

La distruzione dell'Ordine:

L'allora re di Francia Filippo IV ebbe un ruolo chiave nello smantellamento dell'ordine nel 1307. (Filippo il giusto). Da un lato, il sospetto dei re per l'ordine crebbe in quel momento, dato che aveva l'esercito più grande e più esperto in battaglia, dall'altro, Filippo fu consigliato di condurre una nuova crociata in Terra Santa dopo la caduta dei piccoli stati cristiani in Medio Oriente. I mezzi finanziari per questo dovrebbero essere messi a disposizione nella confisca dei beni religiosi e allo stesso tempo pagare gli alti debiti di Philipp. Filippo è stato più che preso con l'idea, ma non pensava a una nuova crociata.

Nel 1307 l'ordine fu accusato di eresia e sodomia (atti omosessuali). Il fatto che l'allora papa Clemente V fosse troppo dipendente dal re francese e quindi non c'era motivo di temere alcun intervento da parte della chiesa costituiva una mano libera.
Il 14 settembre 1307, data dell'importante festa dell'Esaltazione della Croce, fu emesso il mandato d'arresto per tutti i Templari senza eccezione alcuna.
Il processo dovrebbe includere l'arresto, la detenzione e il giudizio della Chiesa. Tutti i vostri beni devono essere confiscati e posti sotto amministrazione reale.

Questo ordine reale fu sigillato e inviato a tutti i servizi in Francia con l'espressa istruzione di aprire il documento solo il 13 ottobre 1307 e di eseguire immediatamente l'ordine in esso contenuto.
Questo per evitare che i Templari si ammonissero e si nascondessero a vicenda. È stata la prima operazione di comando di polizia a livello nazionale della storia.
Solo a Parigi furono arrestati 138 Templari e nel 1309 il numero era salito a 546.
Le indagini papali iniziarono l'8 agosto 1309 e durarono fino al 5 giugno 1311. 54 Templari furono poi giudicati colpevoli delle accuse e bruciati nei pressi di Parigi il 12 maggio 1310.

Il 16 ottobre 1311, Papa Clemente V aprì il Concilio di Vienne, dopo di che l'Ordine fu sciolto il 22 marzo 1311 e la maggior parte dei beni fu assegnata ai Cavalieri di San Giovanni.
L'ultimo incenerimento avvenne il 18 marzo 1314 a Parigi, dove furono bruciati l'ultimo Gran Maestro Jacques de Molay e il Cavaliere Geoffroy de Charnay. Nel resto della Francia, quasi nessuna condanna a morte è stata eseguita contro i Templari. In altri paesi come la Spagna, i Templari rimasero completamente indisturbati.

 

 

Gli ultimi Cavalieri Templari:

I Templari rimasti, risparmiati dal mandato d'arresto, ma colpiti dallo scioglimento dell'ordine, fondarono l'Ordine di Cristo in Portogallo nel 1319, protetto dal re portoghese in qualità di successore dell'Ordine del Tempio.
Gli antichi possedimenti dell'Ordine del Tempio non andarono ai Cavalieri di San Giovanni, come effettivamente richiesto da papa Clemente, ma furono messi a disposizione del nuovo Ordine. Inoltre, il re portoghese ha dato il suo castello di Castro Marum in Algarve per l'Ordine di Cristo per un periodo di tempo indeterminato.

La rivoluzione liberale del 1834 in Portogallo, innescata da Maria I. , sciolse l'Ordine di Cristo come tutti gli altri ordini.

 

 

Castello di Castro Marim

 

Croce dell'ordine di Cristo

 

 

 

 

 

Qui potete trovare la letteratura giusta:

 

I cavalieri templari. Storia, segreti, filosofia, spiritualità

I cavalieri templari. Storia, segreti, filosofia, spiritualità Copertina flessibile – 20 ott 2017

Sfidando i secoli, l'Ordine dei Cavalieri Templari è arrivato fino ai nostri giorni portandosi dietro una lunga scia di leggende, miti e superstizioni. Proprio per sfatarli, nasce questo nuovo libro di Domizio Cipriani che prosegue alcune tematiche presentate nel suo volume precedente, Templar Order. L'autore espone una sintesi delle più antiche tradizioni, usanze e memorie Templari e si premura di far conoscere ai lettori l'immenso amore per il creato, la gratitudine verso il suo Creatore e, di conseguenza, l'attenzione e la cura rivolta a tutti gli esseri viventi in genere e agli umani in particolare, che la conoscenza millenaria dell'antico Ordine trasmette ai suoi affiliati. Il tutto utilizzando una forma il più possibile comprensibile anche al grande pubblico. Alla fine del volume vi accorgerete di quanta parte abbia avuto l'Ordine Templare nella nascita e progressione scientifica, economica, sociale e culturale dell'attuale civiltà, e di come sia riduttivo definire i Cavalieri Templari solo antichi monaci-guerrieri.

Clicca qui!

 

 

Ricerche templari. Regola, comandamenti e approfondimenti sui Cavalieri dell'Ordine del Tempio

Ricerche templari. Regola, comandamenti e approfondimenti sui Cavalieri dell'Ordine del Tempio Copertina flessibile – 3 ott 2018

Libertà non significa fare tutto quello che la mente dice di fare perché così l'uomo diventa schiavo delle proprie passioni. Ecco che i Cavalieri insegnano a noi l'importanza della libertà nella disciplina. Acquisire le virtù del Codice significa imparare la disciplina per diventare liberi. Il cuore di un Cavaliere è così in cammino verso l'amore e la libertà.

Clicca qui!

 

 

Storia, misteri e leggende di templari e ordini cavallereschi. I cavalieri di Malta, del Santo Sepolcro, teutonici...

Storia, misteri e leggende di templari e ordini cavallereschi. I cavalieri di Malta, del Santo Sepolcro, teutonici... Copertina rigida – 1 gen 2015

Storie di monaci che testimoniarono la fede con la vita e con la morte; di uomini votati a Dio che furono anche cavalieri e straordinarie macchine da guerra; storie che diventano misteri e leggende e che si intrecciano con la ricerca della Verità.

Clicca qui!

 

 

I cavalieri templari (1120-1312)

I cavalieri templari (1120-1312) Copertina flessibile – 1 gen 2011

L'Ordine del Tempio era un'organizzazione religiosa e militare costituitasi per proteggere i pellegrini e i coloni che si trovavano in Terra Santa. I Templari erano convinti di combattere in nome di Dio ed erano temuti e rispettati dai sovrani musulmani degli stati circostanti. Questo testo tratta dei Templari e delle motivazioni che li inducevano a entrare nell'Ordine, con particolare interesse per quelli che combatterono in Terra Santa. Utilizzando fonti dell'epoca, il volume illustra in modo efficace la vita quotidiana di questi guerrieri, dalla cerimonia di investitura all'addestramento, all'organizzazione in campo fino alle tattiche di combattimento.

Clicca qui!

 

 

 

 

 

This post is also available in: deDeutsch (Tedesco) enEnglish (Inglese) frFrançais (Francese) zh-hans简体中文 (Cinese semplificato) ruРусский (Russo) esEspañol (Spagnolo) arالعربية (Arabo)


I commenti sono chiusi

error: Content is protected !!
Loading cart ...