L’ascesa di Roma

L'origine di Roma è avvolta in se sotto i Romani nelle leggende. Così sei uscito con la Fondazione della città di 753 prima di Cristo, ma fino a quando un impero è sorto dalla ex cittadina ci sono voluti secoli.

All'inizio di Roma come una città, gli Etruschi furono il sovrano dell'Italia. A quel tempo, Roma era una delle molte comunità del paese che si trovava con altre città a terra e bestiame in perpetuo conflitto. Sotto l'influenza dei greci in Italia aveva adottato ma anche i Romani nuove tattiche militari e tecnologie, tra cui la falange greca, quello che dovrebbe risultare in successive campagne come molto efficace. Così, la Roma potrebbe fino all'inizio del IV secolo l'influenza, che può risolvere Etruschi e guadagnare una posizione dominante sulla città circostanti. Ma ora che doveva romani molto più grande faccia di avversari, tra cui i greci, per proseguire la sua espansione.

 

 Guerrieri sanniti

Guerrieri sanniti

 

Il successo di ausschlaggebene dell'espansione romana era principalmente alla ristrutturazione della forza dopo la sconfitta contro i Galli di 390 o 387 BC. Così, la fanteria pesante era dotata di una lancia di lancio e una corta spada per chiudere il combattimento. Anche la forza è stata divisa Manipels in più piccoli, i cosiddetti con il 120-uomo, IMDS tradurre sul campo di battaglia e poteva combattere molto più flessibile.

Nel periodo dal 343 al 275 A. C. , le legioni romane in fase di ristrutturazione con successo importanti vittorie. Soprattutto contro i Sanniti se stesso come una grave minaccia per Roma rappresentato, poiché essi spesso si allearono con altre razze come gli Umbri e i Galli. 343-341, 327-304 e 298-290 A. C. 3 guerre sannitiche erano il risultato nei tempi. Una vittoria contro i Sanniti e i Galli, finito circa 295 a. c. Roma ha permesso alla fine di pacificare le tribù di montagna e così via per espandere.

 

 Legionario Romano

Legionario Romano

 

 

 

Le guerre puniche

L'espansione romana dell'Italia meridionale ha condotto inevitabilmente in conflitto con i cartaginesi in Sicilia, che ha visto la loro Einflussbrereich e potere minacciato. Questo inevitabilmente ha portato alla prima guerra punica 264-241 A. C. in Sicilia. Che cosa iniziato come una guerra di terra, programma da parte di Roma per la ricostituzione del abzuscneiden cartaginese, ma presto si è evoluto in un'immensa costruzione della flotta. Così, 260 e 257 A. C. vittorie importanti potrebbero essere vinto in tempo e ha permesso i Romani 256 a. c. facendo un'invasione del Nord Africa. La vittoria nei pressi di Roma aveva già 255 A. C. alcune battute d'arresto che ha fatto la vittoria finale sopra Cartagine alla nipote. Così l'esercito expeditionary era quasi completamente spazzato via e il giovane Roman Navy perse a causa di una forte tempesta centinaia delle loro navi. Ma nonostante questi contrattempi riusciti a impedire Roma supplies cosicché Cartagine dovette accettare una pace nel 241 A. C. , che ha preso la resa della Sicilia ai Romani dopo di lui in Sicilia.

Spinto dalla vendetta e l'ignominia della sconfitta arso anni dopo il conflitto in Spagna ancora su dove entrambi i lati cercò di estendere la sua supremazia. Conquistato il Carthaginian Hannibal nel 219 A. C. la città spagnola di Saguntum, poi condusse il suo esercito attraverso la Gallia meridionale attraverso il famoso passo delle Alpi in Italia, dove il suo esercito spostato per anni senza una strategia chiara. Hannibal si ritornò dopo 16 anni nell'anno 202 a. c. Cartagine dove si oppose il 204 avanti Cristo d'invasione dell'esercito romano. A Zama i due eserciti erano ciò che si è conclusa una netta vittoria romana. Cartagine è rimasta solo la resa di cui hanno perso le loro colonie nel Mediterraneo occidentale, come pure la loro intera flotta di navi.

 

Roma e Cartagine durante le guerre puniche 264 al 201 A. C.

Roma e Cartagine durante le guerre puniche 264 al 201 A. C.

 

Ma la vittoria militare ha raggiunto Roma solo pochi decenni. Anche guidato dalla sete di vendetta violazione di Roma accusato del contratto durante l'anno 149 A. C. i Cartaginesi, mandando un esercito d'assedio. Che cosa è stato effettuato inizialmente lento avvio, cambiato dopo l'acquisizione dell'esercito assedio di Scipione Emiliano. In primo luogo, Cartagine era affamato e prese d'assalto durante l'anno 146 A. C. . I sopravvissuti furono ridotti in schiavitù e completamente distrussero la città.

 

Rovine di Cartagine

Rovine di Cartagine

 

 

La guerra gallica

Verso la fine del 12, Roma era in grado di consolidare mentre la sua posizione di potere nel Mediterraneo, era impegnato in ma allo stesso tempo attaccare tribù del Nord. Così era Roma dall'anno 113 A. C. i Cimbri e Teutoni nella guerra, che ha portato una sconfitta amara l'esercito romano 105 A. C. presso Arausio (moderna orange in Francia) con 80. 000 morti.
Solo con lo statista Gaius Marius girato 102 A. C. la situazione militare e aveva l'effetto collaterale che l'esercito romano ha sviluppato da una milizia di cittadini in un massiccio esercito di soldati professionisti per più campagne abbastanza soldati, la formazione e Avere disciplina.

La quasi completa conquista della Gallia fu solo decenni dopo con uno dei romani più famosi della storia: Gaius Julius Caesar.
Caesar potrebbe fare tribù abile giocando della Gallisischen frammentato relative campagne rapide ed efficace. Così ha iniziato nel 58 a. c. insieme a Aeduern contro gli Elvezi di combattimento, le truppe della Svizzera nella Gallia occidentale. Quindi la germanica dei Suebi ancora attraverso il Reno sono stati cacciati per compiacere il Aeduerer indietro.
Rafforzato da queste vittorie, 57 a. c. più anticipo in Belgio e in Bretagna e 2 anni più successivamente l'invasione della Gallia e l'invasione della Gran Bretagna ha avvenuto.

 

Conquista della Gallia

Conquista della Gallia

 

La pacificazione delle province occupate levato in piedi come Caesar inteso come molto più difficile poiché. Così, il Belgen insorto durante l'anno 54 \/ 53 A. C. e distrutto un'intera colonna romana. In occidentale e centrale della Gallia, il leader del Vercinggetorix Arverni riunì le tribù contro Roma e ha condotto una guerra di guerriglia contro le forze occupanti, che più tardi si è conclusa con la sua resa in Alesia.

 

Resa di Vercingetorige a Cesare

Resa di Vercingetorige a Cesare

 

Caesar ha lasciato dopo la conquista di Alesias correlate alle sue truppe di svernamento. L'anno seguente fu segnato; da altre campagne, contro i Carnuti e i Treveri, la Gallia probabilmente sperava di poter appendere al fine anticipata del Governatorato di Caesar. Ma Caesar anche per questo motivo era una volta parte con la massima severità. In altri casi, tuttavia, ha deliberatamente risparmiato l'avversario - qui più tardi dolcezza proverbiale Caesars attraverso probabilmente è già alla ricerca (clementia), che dovrebbe essere lui nella guerra civile romana piuttosto utile. Dopo i Galli ancora in ribellione - sottopose infine come la Kadurker ultima nella loro roccaforte di Uxelloduno-, che ora era inoltre una figura di leadership centrale.

Come i Galli dalla lunga e costosa lotta erano già stanchi, hanno assunto ora romano regola come ha vinto Cesare mandato principali nobili per la sua causa. Tuttavia, l'equilibrio della guerra gallica era terribile. Anche se tutti i riferimenti sono in ultima analisi speculativi, quindi la perdita della vita deve essere stato immensa, soprattutto poiché l'infrastruttura spesso completamente è stata distrutta dai saccheggi. Il paese è stato fissato militarmente nell'anno 50 A. C. , è rimasto calmo anche nella seguente guerra civile, in cui Caesar ha cominciato le truppe testate nella guerra gallica contro Pompeo e i senatori che lo sostiene.

Gallia fu romanizzato in seguito rapidamente e ad un Heartland dell'Impero, in cui il gallo sviluppata cultura romana negli anni pari di tarda antichità dopo la caduta dell'Impero romano occidentale dovrebbe stare.

 

 

 

 

 

Qui potete trovare la letteratura giusta:

 

Storia romana. Editio maior

Storia romana. Editio maior Copertina flessibile – 31 mag 2017

Il volume costituisce la versione non solo maggiorata, ma in molte parti ripensata e riorganizzata, del fortunato manuale di Storia romana giunto ormai alla sua Quarta Edizione. Il libro ripercorre la storia romana dalle prime attestazioni dei più antichi popoli italici alla caduta dell'Impero romano d'Occidente, senza rinunciare a seguire le prime fasi dei regni romano-barbarici e dell'Impero bizantino. La storia politica di Roma viene delineata seguendo la lunga parabola di una città che, dalle lotte per mantenere la propria indipendenza e affermare la sua egemonia nel Lazio, è arrivata a dominare il Mediterraneo e l'Europa e a lasciare un'impronta indelebile nella storia. Ogni capitolo è stato dotato di un'introduzione sulle principali fonti antiche che consentono la ricostruzione degli eventi trattati. In appendice al volume si troverà una bibliografia essenziale per chi desiderasse approfondire i temi affrontati e un'aggiornata rassegna di alcuni dei siti Internet di maggiore interesse per lo studio del mondo romano. Quadri cronologici, schemi, stemmi familiari e un ampio apparato cartografico, ulteriormente arricchito, aiutano il lettore a seguire la narrazione storica. Al manuale è affiancato un volume di Fonti per la Storia romana, opera del medesimo gruppo di autori, rivolto a quanti desiderino un contatto più diretto con testi e documenti significativi per ripensare la storia del mondo romano nella sua lunga evoluzione.

Clicca qui!

 

 

L'impero romano in 200 mappe. Costruzione, apogeo e fine di un impero III secolo a.C. - VI secolo d.C.

L'impero romano in 200 mappe. Costruzione, apogeo e fine di un impero III secolo a.C. - VI secolo d.C. Copertina flessibile – 15 mar 2018

Otre 200 mappe e grafici originali a colori accompagnano la storia dell'Impero romano, che il libro esamina a partire dalle guerre puniche, per giungere fino all'età di Giustiniano. Le mappe e l'andamento cronologico sono accompagnati da un denso contributo storiografico, che propone gli studi e le questioni più recenti, bene evidenziando i temi fondamentali della storia romana e proponendone anche alcuni inaspettati. La costruzione dell'impero, le politiche amministrative e territoriali dei Romani, la gestione di una realtà così ampia e complessa vengono svelate mappa dopo mappa, in un libro capace di orientare saldamente studenti, appassionati e curiosi della storia romana.

Clicca qui!

 

 

La caduta dell'impero romano. Una nuova storia

La caduta dell'impero romano. Una nuova storia Copertina flessibile – 7 feb 2008

La caduta dell'impero romano è da sempre uno dei più affascinanti enigmi della storia. Roma disponeva di una formidabile forza militare ed economica, su un territorio immenso, che si estendeva dal Vallo di Adriano ai confini con la Scozia fino all'Eufrate, dall'Africa settentrionale al Reno e al Danubio. Era una macchina perfetta e collaudata, con una rete capillare di strade e di fortezze, ricche città e una organizzazione amministrativa per certi versi insuperata. Tra la battaglia di Adrianopoli nel 378 d.C. e la deposizione dell'ultimo imperatore Romolo Augustolo nel 476 d.C., la superpotenza più longeva della storia venne sconfitta e occupata da bande di invasori "primitivi", distrutta da barbari ritenuti quasi incapaci di organizzazione e di pensiero razionale. Come è potuto accadere? Le ricostruzioni più diffuse hanno dipinto una civiltà decadente e corrotta, troppo "civilizzata" e magari indebolita dal cristianesimo. Ma a giocare un ruolo determinante furono anche semplici dettagli, come gli archi degli unni, più lunghi e potenti di quelli dei nemici, e il carico fiscale imposto dalla capitale alle province. Con una narrazione ricca di episodi e personaggi memorabili, Peter Heather confuta i luoghi comuni, mettendo a frutto le sue competenze economico-militari e le sue approfondite conoscenze sui barbari, ricostruendo in maniera brillante e persuasiva gli scontri e le battaglie, ma anche i tentativi di integrazione alle frontiere dell'impero.

Clicca qui!

 

 

L'impero romano in 100 date

L'impero romano in 100 date Copertina flessibile – 7 lug 2016

Cento date per ripercorrere le tappe fondamentali del più grande impero dell'antichità, che riunì sotto di sé popoli di ogni razza e religione e diffuse la sua civiltà fino ai confini del mondo allora conosciuto. Fabio Guidetti, archeologo e storico antico, racconta in cento memorabili date la storia dell'impero romano, dalla sua strepitosa ascesa fino all'inesorabile declino: dalla vittoria di Augusto nella guerra civile fino all'invasione dell'Italia da parte dei Longobardi. Il libro è una sintesi indispensabile per orientarsi tra i protagonisti, le battaglie, le vicende politiche, le grandi riforme, la vita culturale di Roma imperiale, che ancora oggi continua ad affascinare popoli e nazioni. Prefazione di Arnaldo Marcone.

Clicca qui!

 

 

Guida alla storia romana

Guida alla storia romana Copertina flessibile – 21 feb 2017

Pubblicata per la prima volta nel 1977, la Guida alla storia romana di Guido Clemente ha formato generazioni di studenti e studiosi di antichità, ma soprattutto ha conquistato, con il suo stile narrativo fluido e scorrevole, tantissimi lettori "profani" appassionandoli alla materia. In questa nuova edizione completamente rivista l'autore affronta da diverse angolature l'evoluzione della società romana, tenendo conto dei più recenti indirizzi storiografici e affrontando in primo luogo la questione della documentazione disponibile. Molto spazio è dato agli elementi non "classici" che hanno contribuito alla formazione della civiltà latina, dalla componente italica arcaica a quella orientale, fino al variegato mondo delle province. L'intera civiltà romana, gli eventi, le strutture sociali ci appaiono così come un mondo composito, multiforme, non più monolitico, capace di offrire ancora oggi molte suggestioni per la riflessione politica e per la formazione culturale senza farci tuttavia cadere nell'abusato mito della presunta "perennità" del mondo e dei valori classici.

Clicca qui!

 

 

 

 

 

This post is also available in: deDeutsch (Tedesco)enEnglish (Inglese)frFrançais (Francese)zh-hans简体中文 (Cinese semplificato)ruРусский (Russo)esEspañol (Spagnolo)arالعربية (Arabo)

I commenti sono chiusi

error: Content is protected !!