Le campagne di persiane

Il conflitto tra la città-stato greche ed il persiano sono al più tardi dal film "300" e "300 rise of Empire" più conosciuta. Contro una superiorità schiacciante, combatterono i Greci a Maratona, Termopili e Salamina e dimostrato il loro coraggio e le loro competenze.
Ma non solo il greco coraggio al momento è venuto alla ribalta, l'inserimento tattico delle unità come la falange greca per indebolire la superiorità nemica è venuto qui rivelata.

 

 

Guerriero spartano

 

Spartani nella lotta

 

Cavalleria persiana

 

 

 

L'ex Dominion del re persiano Dareios io di 522-486 A. C. già attraversato molte città-stato greche. I righelli precedenti avevano incorporato nell'impero persiano già Anatolia e la costa orientale del Mar Egeo. All'inizio del 12 c'era aperta rivolta delle città ioniche contro la regola persiana e poi collocato Darius suo esercito per sopprimere. Come Mileto distrutta i persiani nel 494 A. C. la città-stato come l'istigatore di rivolte di rivolta e la popolazione deportata, essi continuarono la loro campagna di conquista ed estese alla Grecia continentale e isole del Mar Egeo. Dopo la città-stato di Atene e Sparta ha rifiutato la presentazione, c'era alcuni anni dopo la famosa battaglia tra spartani e Persiani sotto la Guida di Serse.

 

L'impero persiano

L'impero persiano

 

 

Ma prima della famosa battaglia passati 4 preparazione di anni da parte dei persiani. In questi anni, sono state scavate un canale, tra l'altro attraverso l'istmo di Athos extra per la flotta persiana all'unità intorno al capo tempestoso nel Mar Egeo. Nel 480 A. C. fu l'invasione del resto della Grecia, dove l'esercito di 200. 000-forte della costa persiana ha marciato verso Atene. Presso il passo stretto delle Termopili, hanno incontrato anche gli spartani, che ha avuto per tre giorni a opporre resistenza l'esercito persiano, prima che potrebbe sconfiggere gli Spartani dal tradimento. Senza un'ulteriore resistenza, l'esercito persiano di ora verso era marzo Atene, dove esso notevolmente distrusse la città all'arrivo e saccheggiato. Una ritirata tattica nel sud, sono stati salvati almeno le forze ateniesi, come pure il Peloponneso flotta alla sconfitta successiva la flotta persiana attraverso l'uso di palificazione spore di trireme greca nella battaglia di Salamina.

 

 

Trireme greca

Trireme greca

 

 

Serse umiliato cosegnato al comando di Mardonio, poi fuori, che è stato sconfitto il 479, luglio prima di Cristo dalla fusione degli alleati greci e aveva fallito l'invasione persiana.

 

 

 

 

 

Qui potete trovare la letteratura giusta:

 

Le guerre persiane

Le guerre persiane Copertina flessibile – 15 mar 2012

Maratona, le Termopili, Salamina, Platea, Micale... l'epico scontro che nella prima metà del V secolo a.C. oppose greci e persiani, Occidente e Oriente, fu uno dei grandi avvenimenti politico-militari dell'antichità, un punto di svolta che indirizzò-rTcorso della storia greca e, in definitiva, lo sviluppo stesso della civiltà occidentale. Questo volume fornisce una sintetica ma accurata ricostruzione degli eventi e, a partire da Erodoto, esamina le cause del conflitto e le conseguenze di lungo periodo della vittoria riportata dalle città-Stato greche.

Clicca qui!

 

 

I persiani. Testo greco a fronte. Ediz. illustrata

I persiani. Testo greco a fronte. Ediz. illustrata Copertina flessibile – 4 giu 2014

I "Persiani" di Eschilo è la tragedia più antica che ci sia stata tramandata e l'unica fra le trentadue pervenuteci che abbia come trama un fatto storico: la battaglia di Salamina, in cui i Greci con pochissime navi sconfissero il potentissimo esercito di Serse nel 480 a.C. Ma la tragedia trasfigura i fatti della storia: Eschilo fa dello scontro con i Persiani un "mito", rappresentabile in dramma alla stregua degli altri "miti": il "ciclo persiano" come il "ciclo degli Atridi", o il "ciclo troiano". Lo scontro con Serse diventa un capitolo dello scontro che da sempre oppone Oriente a Occidente: anche gli dei sono schierati, come a Troia, gli uni a fianco dell'Asia, gli altri degli Achei. La traduzione qui presentata rende i chiaroscuri, le scabrosità, gli scarti linguistici dell'originale; l'introduzione esalta la trascrizione tragica del fatto storico; infine, le ampie note di commento focalizzano la straordinaria ricchezza - linguistica, mitologica, letteraria, ritmica - del testo.

Clicca qui!

 

 

Lettere persiane

Lettere persiane Copertina flessibile – 27 set 2012

Immaginate di essere due persiani che arrivano a Parigi nel corso di un viaggio alla scoperta della civiltà occidentale: nella Francia dell'assolutismo del Re Sole e della reggenza, ma anche di una crisi finanziaria senza precedenti. Attraverso la fitta corrispondenza che Usbek e il suo giovane amico Rica intrattengono con la Persia, prendono forma due intrecci narrativi - il serraglio di Usbek a Ispahan e il "serraglio" della società francese - accomunati dalle dinamiche visibili e invisibili del dispotismo. L'occhio inafferrabile e divertito di Montesquieu restituisce una realtà a più dimensioni in cui tutto coesiste e contrasta, con uno stile coltissimo e sapiente che spazia dalla satira di costume alla dissertazione storica e filosofica, al melodramma.

Clicca qui!

 

 

Fuoco persiano. Il primo grande scontro tra Oriente e Occidente

Fuoco persiano. Il primo grande scontro tra Oriente e Occidente Copertina flessibile – 4 giu 2015

L'inimicizia, il sospetto, la rivalità tra Occidente e Oriente sono argomenti antichi, se si pensa che è proprio per indagare le sotterranee radici storiche di questa animosità che Erodoto compose le sue Storie, nel v secolo a.C. Eternate nell'opera dello storico di Alicarnas-so - e in seguito nelle cronache ellenistiche, romane, medievali, per tacere delle molteplici rielaborazioni letterarie e filmiche -, le figure e le vicende delle Guerre persiane sono saldamente inscritte nell'immaginario occidentale: l'impresa di Milziade a Maratona, il sanguinoso scontro tra gli spartani di Leonida e i persiani dell'imperatore Serse alle Termopili, la battaglia navale nello stretto di Salamina, quella fuori dalle mura di Platea. Ispirandosi proprio a Erodoto, lo storico britannico Tom Holland non solo descrive con gusto cinematografico queste battaglie monumentali, ma ricostruisce l'intero panorama sociale e culturale di quel periodo, con particolare attenzione alle differenze tra Est e Ovest: dalla quotidianità nei giardini di Persia al fiorire delle arti nell'Atene della democrazia. Frutto di lunghe ricerche, molte delle quali condotte su fonti orientali mai prima d'ora attentamente considerate, "Fuoco persiano" non perde di vista l'importanza delle forme culturali nel divenire storico, perché, come ricorda Tom Holland citando lo studioso settecentesco Edward Gibbon, la differenza tra Est e Ovest è sempre arbitraria, "e si sposta intorno al globo".

Clicca qui!

 

 

 

 

 

This post is also available in: deDeutsch (Tedesco) enEnglish (Inglese) frFrançais (Francese) zh-hans简体中文 (Cinese semplificato) ruРусский (Russo) esEspañol (Spagnolo) arالعربية (Arabo)

I commenti sono chiusi

error: Content is protected !!
Loading cart ...