Le conquiste di Alessandro il macedone (Alessandro Magno)

Re Philip II di Macedon. sviluppato dopo l'assunzione di Regno nel 359 A. C. dichiara con le versioni precedenti di Macedonia, in un tempo molto breve per una potenza leader in Grecia e ha creato le basi per il tardo impero del figlio Alessandro di Macedonia o anche conosciuto come Alessandro il grande che estenderebbe fuori della Grecia, il Medio Oriente fino all'India.

 

Alexander di Macedon

Alexander di Macedon

 

Dopo la morte di suo padre, 336 A. C. ha assunto la regola di Alessandro di Macedonia e splendeva attraverso il suo talento militare, la sua abilità e la sua immensa ambizione.

Questo è venuto a compimento non solo negli anni precedenti, dove era già un indurito comandante della cavalleria macedone con 18, ma anche nella sua battaglia contro l'esercito persiano in Anatolia occidentale. Così ha deciso già nel 333 a. c. in una battaglia decisiva a isso la vittoria e le vaste distese del Mediterraneo orientale aperto il suo Regno con la sconfitta dell'esercito persiano.

Durante il seguente anno è caduto sotto la sua guida di esercito non solo la città di tiro e Gaza, ma fu calorosamente ricevuto presso l'invasione dell'Egitto come un liberatore dai persiani e celebrato. A quel tempo, ha fondato la città di Alessandria come la capitale dell'impero egiziano. Ma con questi soggetti Alexander non era soddisfatto. Così ha messo il suo esercito cominciando 331 A. C. in direzione di Persia nel mese di marzo, dove già si aspettava dal sovrano persiano di Dario a Gaugamela. Gestito dall'uso tatticamente intelligente della sua Fanteria Cavalleria ed elite di battere Alexander di un coraggioso attacco sulla superiorità nemica di contatore di Darius nella fuga e per sopraffare questo esercito persiano senza conducente.

 

Impero macedone

Impero macedone

 

Dopo la sconfitta di Gaugamela e l'omicidio di Dario dai suoi satrapi, Alexander poteva pretendere non solo il trono per se stesso ma rafforzare il suo potere e il suo regno sopra tutti Persia attraverso campagne di 3 anni. Sua espansione si concluse solo nel 326 A. C. . Anche se le sue truppe in battaglia contro le truppe indiane di re Poros a Idaspe ha vinto, ma le sue truppe furono successivamente così indeboliti che non erano più disposti a marciare ulteriormente est. Alexander è rimasta così lasciato il ritorno a casa per essere nient'altro, quello che è diventato apparente nella procedura dettagliata del deserto del gedrosische come estremamente lossy come migliaia di soldati morti di sete. Indebolendo le fatiche e le ferite Alessandro morì nel 323 A. C. in Babilonia, dove fino ad oggi, non è ancora chiaro è se Alexander non fu avvelenato.

 

Dopo la morte di Alessandro, l'impero dalla disputa patrimonio del suo Diadochi in tre grandi dinastie si sciolse:
- i Tolomei in Egitto
- i Seleucidi in Asia
- antigonide in Macedonia

 

Questo conflitto durò decenni fino a quando quasi tutta l'area fu conquistata da Roma sui livelli di str.

 

 

 

 

 

Qui potete trovare la letteratura giusta:

 

Il generale di Alessandro Magno

Il generale di Alessandro Magno Copertina flessibile – 17 lug 2017

Macedonia. Efestione era solo un giovane paggio al servizio di Alessandro, quando i due in breve tempo divennero amici inseparabili e amanti. Insieme in ogni guerra, in ogni conquista e uniti perfino nel dolore della perdita dei loro rispettivi padri. Compagni inseparabili, leali l’uno all’altro fino alla fine, come Patroclo e Achille prima di loro. Il figlio del generale Amintore riuscì a raggiungere la carica più alta, ovvero quella di Chiliarca, soltanto un gradino sotto al re. Un amore quello tra Alessandro ed Efestione che è stato cancellato dalla storia ma che è rimasto comunque immortale, come quello dell’antenato del giovane principe macedone. «Dario si inchinerà ai tuoi piedi mio re.» «E cosa dovrò fare, quando accadrà?» «Dovrai essere Alessandro.»

Clicca qui!

 

 

L'Alessandro occidentale. Il Macedone e Roma

L'Alessandro occidentale. Il Macedone e Roma Copertina flessibile – 31 ago 2006

Clicca qui!

 

 

Le guerre di Alessandro Magno

Le guerre di Alessandro Magno Copertina flessibile – 1 gen 2012

Alessandro Magno, forse il più celebre condottiero della storia, è una figura che non ha mai perduto il suo fascino. Asceso al trono di Macedonia appena ventenne, aveva già dato prova del genio militare che, in una serie di spettacolari battaglie, gli avrebbe consentito di sconfiggere l'immenso e potente impero persiano. In un'epica spedizione durata oltre un decennio, percorse migliaia di chilometri, attraversò deserti, pianure e foreste, combatté imponenti battaglie e assediò città, fino a diventare signore di un vastissimo territorio, che si estendeva dalla Grecia all'India. Quando, a soli 32 anni, fu colto prematuramente dalla morte, nessuno era preparato a tenere unito l'impero da lui costituito. Venerato in vita come un dio, a due millenni dalla morte la sua fama è ancora intatta. Questo libro esamina le campagne di Alessandro presentandone le tattiche e le vittorie con l'aiuto di mappe, illustrazioni e ricostruzioni, permettendo al lettore di rivivere la straordinaria carriera di uno dei più grandi generali di ogni tempo.

Clicca qui!

 

 

Alessandro il Macedone. Il pensiero e il cuore di Alessandro Magno

Alessandro il Macedone. Il pensiero e il cuore di Alessandro Magno Copertina flessibile – 1 gen 2005

Clicca qui!

 

 

 

 

 

This post is also available in: deDeutsch (Tedesco)enEnglish (Inglese)frFrançais (Francese)zh-hans简体中文 (Cinese semplificato)ruРусский (Russo)esEspañol (Spagnolo)arالعربية (Arabo)

I commenti sono chiusi

error: Content is protected !!